Esplosione a impianto gas Baumgarten in Austria: feriti e un morto. Interrotte forniture Italia.

Una esplosione ha interessato un impianto di distribuzione di gas a Baumgarten an der March, in Austria, causando il ferimento di decine di persone ed almeno una vittima. Il giornale der Standard, nella sua edizione on line, parla di 60 feriti. Il luogo dell’esplosione è lo stabilimento di stoccaggio di gas naturale importato maggiore del Paese.

Le cause dell’esplosione non sono ancora chiare. Sul posto sono accorsi vigili del fuoco, ambulanze, elicotteri di soccorso, e forze dell’ordine. Il fuoco, divampato subito dopo la detonazione, è stato spento. 

In seguito all’incidente, i flussi di gas dalla Russia verso l’Italia si sono interrotti. Il gasdotto coinvolto nello stop delle forniture è il Tag (Trans Austria Gas Pipeline) che sfocia a Tarvisio, in Friuli, che garantisce circa il 30% del nostro fabbisogno di gas.

“Oggi – ha detto il ministro dello Sviluppo Calenda – c’e’ stato un incidente in un punto di snodo del gas in Austria, per cui abbiamo un problema serio di forniture, in particolare sul tracciato austriaco che viene dalla Russia. Se avessimo il Tap, oggi non dovremmo dichiarare lo Stato di emergenza per questa mancanza di fornitura”. Il gasdotto che va dall’ Azerbaijan all’ Italia, “serve a diversificare queste forniture di gas”.

In casi come questi, spiegano al ministero dello Sviluppo Economico, la procedura per lo stato di emergenza scatta automaticamente ma “non c’e’ nessun problema di approvvigionamento” grazie agli stock esistenti. La situazione quindi, sottolineano ancora al Mise, è del tutto “sotto controllo”. Le forniture di gas “potrebbero riprendere già nella giornata di oggi, se venissero confermate le prime indicazioni sull’assenza di danni alle infrastrutture di trasporto”, spiega Snam in una nota, dove ricorda che dopo l’incidente in Austria, il “flusso di importazioni di gas dalla Russia è stato temporaneamente interrotto”. La sicurezza del sistema italiano, ricorda, è “garantita dagli stoccaggi messi a disposizione da Snam“.

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Ultim’ora: nave da crociera in avaria nelle acque norvegesi, a bordo 1.300 persone

Pacifico: l’isola di plastica è 16 volte più grande del previsto e continua a crescere

Polo nord : l’artico raggiunge la massima estensione invernale. Estensione però sotto la media

ANALISI MODELLI: occhi puntati sul RAFFREDDAMENTO della prossima settimana

Sabato 23 marzo 2019: oggi festeggiamo la Giornata Mondiale della Meteorologia