Meteo a lungo termine: ci attende tempo mite e perturbazioni atlantiche

Meteo a lungo termine – Dopo una mensilità di Dicembre 2017 mediamente sotto media termica ma avara di precipitazioni. Gennaio sta mostrando aspetti primaverili con temperature miti e tempo mediamente stabile. Vediamo cosa aspettarci per il proseguo della prima mensilità del 2018.

Secondo le ultime emissioni dei principali modelli matematici il braccio di ferro tra le perturbazioni atlantiche e la possibilità di vedere irruzioni di aria fredda dai quadranti orientali è vinto dalle perturbazioni atlantiche. Infatti, nel corso di questi ultimi giorni, le possibilità di vedere nuove irruzioni di aria fredda in direzione del bacino del Mediterrano sono calate notevolmente (30%), al contrario sono salite notevolemnte le quotazioni per l’arrivo di intense perturbazioni atlantiche (70%). Di conseguenza, nei prossimi giorni, ed almeno fino alla prima metà del mese, l’Italia e l’Eruopa saranno interessate da un regime instabile di origine atlantica o Nord Atlantica.

Le temperature risulteranno mediamente sopra media stagionale accompagnate da ventilazione meridionale. Tempo mediamente instabile sopratutto lungo i versanti occidentali della nostra penisola. Più stabile e secco lungo le regioni adriatiche. Data la distanza temporale la situazione potrà subire ancora delle modifiche. Maggiori dettagli verranno forniti nel corso dei prossimi aggiornamenti. Ricordiamo ai lettori che è possibile consultare anche le previsioni sull’andamento stagionale e mensile seguendo i link sotto.

Articolo di Luca Mennella

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Sicilia : scossa di terremoto in serata avvertita alle pendici dell’Etna – dati INGV-EMSC

Brusco peggioramento con temporali, grandinate e venti forti domani: il bollettino della Protezione Civile

Allerta meteo Aeronautica Militare: venti settentrionali di burrasca in arrivo, le zone colpite

CALO TERMICO in arrivo la prossima settimana, ancora poca pioggia al nord