Meteo : domenica di maltempo sull’Italia. Vento e mite al centro-sud, allerta meteo al nord

Ecco la perturbazione atlantica sull’Italia. Molte nubi ovunque, rischio nubifragi sul nord-ovest. Temperature in aumento!

Una domenica di maltempo sull’Italia a causa dell’ingresso dell’ennesima perturbazione nord atlantica, questa volta dai connotati decisamente più pericolosi data la particolare configurazione barica venuta a svilupparsi. La vasta saccatura fresca giunta nel Mediterraneo centro-occidentale si è isolata dal resto del flusso nord europeo, trovando alla sua destra, sui Balcani, un vero e proprio “muro” anticiclonico.

Questa particolare configurazione è in grado di rallentare notevolmente i movimenti delle perturbazioni che scorrono da ovest verso est, e pertanto assistiamo in questi casi a piogge persistenti e molto forti, anche per più giorni, in grado di arrecare notevoli disagi. È proprio ciò a cui assisteremo nelle prossime ore almeno sino a lunedi/martedi sulle regioni del nord-ovest, particolarmente esposte al flusso umido e perturbato proveniente da sud.

Nel corso della giornata di oggi, 7 gennaio 2018, assisteremo a tempo  spiccatamente instabile su Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta, in particolar modo sui settori montuosi e pedemontani dove agirà il fenomeno dello STAU, ovvero l’accrescimento delle nubi in senso verticale a causa degli ostacoli orografici quali sono i rilievi. Questo accrescimento si traduce in intensificazione delle piogge o delle nevicate. La neve cadrà sulle Alpi oltre i 1200 metri di quota ma localmente, soprattutto nelle vallate e nei settori meno esposti al richiamo mite da sud, non escludiamo nevicate anche molto più in basso tra Valle d’Aosta e Piemonte. Le nevicate saranno abbondanti tanto che nel corso dell’intera giornata odierna potranno precipitare sino a 70-90 cm di neve (che andranno a sommarsi agli oltre 100-150 cm caduti nei giorni scorsi e ai quali si sommeranno altri 200 cm nei prossimi giorni). Nevicate anche sulle Alpi centro-orientali ma con accumuli molto inferiori. L’allerta meteo dunque riguarda principalmente i settori montuosi per quanto riguarda oggi, a causa delle eccessive nevicate che potranno causare disagi e problemi alla circolazione.


Locali piogge potranno coinvolgere anche Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino alto Adige e Toscana, ma saranno fenomeni più deboli e isolari. Fenomeni deboli anche sulla Riviera ligure di Levante e sulle pianure tra Lombardia e Piemonte (dove abbiamo detto che sarà il fenomeno dello STAU a prevalere). 
Tante nubi al centro-sud e soprattutto tanta sabbia in arrivo nei cieli. I fenomeni tuttavia saranno pressocchè assenti ovunque. I venti saranno invece sostenuti dai quadranti meridionali (soprattutto in Sicilia), i quali innescheranno un deciso aumento delle temperature. Sono attesi valori fino a 24-25°C sulla Sicilia, valori tra 18 e 23 °C su Sardegna, Calabria, Campania, Basilicata e Puglia. E pensare che lo scorso anno di questi tempi si viveva una delle più intense ondate di gelo degli ultimi decenni!


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile domani: peggioramento, venti forti e calo termico

Spaventoso alluvione in Tunisia : acqua e fango travolgono tutto [VIDEO]

Immagini ti amo e sull’amore: le più belle e simpatiche da scaricare e condividere

Domenica 23 settembre, solstizio d’autunno: che cos’è e quando si verifica?
FREDDO in arrivo: guardate che temperature martedì 25 e mercoledì 26