Il temibile vulcano Mayon torna a far paura: evacuate migliaia di persone

C’è apprensione per il vulcano Mayon, nelle Filippine, che sta mostrando evidenti segni di risveglio. I vulcanologi prevedono una “pericolosa eruzione” del monte Mayon, uno dei vulcani più temibili del Paese, nelle prossime settimane o giorni.

Il cratere del vulcano Mayon è diventato rosso incandescente dopo giorni di avvisaglie con scosse sismiche, eruzioni di vapore e boati prolungati, inducendo gli scienziati a credere che ormai la temuta eruzione sia imminente

Più di 12.000 persone hanno ricevuto l’ordine di lasciare una zona nel raggio di sette chilometri attorno al vulcano: “È pericoloso per le famiglie rimanere in quel raggio e inalare fumi e ceneri”, ha detto Claudio Yucot, capo dell’ufficio della protezione civile della regione. “A causa delle continue piogge delle settimane passate, i detriti depositati sulle pendici del Mayon potrebbero trasformarsi in flussi di fango vulcanico: se la pioggia non si ferma, potrebbe essere pericoloso”.

Il Mayon (in tagalog: Bulkang Magayon) è uno stratovulcano attivo situato nella Provincia di Albay, nella Regione di Bicol, sull’isola di Luzon, nelle Filippine e noto come “il cono perfetto” per via della forma conica regolare. Il nome del vulcano trae origine dal folklore locale associandolo alla leggenda della bellissima eroina Daragang Magayon. Il 13 ottobre 2008 è stato incluso nella lista delle probabili Nuove sette meraviglie della natura.

Il cono che oggi si può vedere si è formato grazie alle colate piroclastiche e da eruzioni di lava in passato. Il Mayon è il più attivo dei vulcani attivi nelle Filippine, dopo aver eruttato circa 50 volte negli ultimi 400 anni.

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Lago Michigan : spettacolo naturale in atto, un mosaico di ghiaccio riveste il lago

Meteo Protezione Civile domani: tempo generalmente stabile, ultimi rovesci all’estremo Sud

Ciclone Idai, è una catastrofe in Africa : almeno 1000 vittime. Inondazioni su vasta scala

Prosegue il trend AVARO di pioggia al nord, tempo più irrequieto al sud