Fortissima scossa di terremoto nel Golfo dell’Alaska, lanciato allarme tsunami nel nord America

Fortissima scossa di terremoto nel Pacifico settentrionale. Epicentro nel Golfo d’Alaska. Lanciato l’allarme tsunami nel nord America.

Una fortissima scossa di terremoto è stata registrata oggi 23 gennaio 2018, esattamente alle 10.31 italiane, nel Pacifico settentrionale, esattamente nel Golfo dell’Alaska.

Stando ai dati provenienti dai sismografi del centro sismico americano (USGS) il terremoto ha raggiunto la magnitudo 8.0 sulla scala richter con ipocentro fissato a circa 20 km di profondità. Il centro sismico EMSC ha assegnato al sisma la magnitudo 8.2 sulla scala richter, ma i dati sono ancora in fase di valutazione. Epicentro individuato esattamente in mare, nel Golfo dell’Alaska, a largo dell’isola di Kodiak. Il terremoto è stato molto forte tanto da essere avvertito in un raggio di oltre 2000 km. Paura e apprensione in Alaska dove le città costiere della regione hanno tremato per molti secondi, anche ad Anchorage. Sisma avvertito anche nel Canada occidentale. 

Il centro tsunami del Pacifico ha emesso l’allarme tsunami a seguito del terremoto, avvenuto esattamente lungo la pericolosa “cintura di fuoco” che circonda l’oceano Pacifico. L’allarme tsunami è stato lanciato al momento per le isole Aleutinel’Alaska meridionale, le coste canadesi e le coste statiunitensi di Washington, Oregon e California. Non giungono notizie di danni o vittime dalle zone epicentrali. A breve cercheremo di fornirvi ulteriori notizie.

 

ALLARME TSUNAMI NEL PACIFICO SETTENTRIONALE — il rosso le aree più a rischio (Isole Aleutine, Alaska, Canada, Washington) 


 

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, 17 Ottobre

Inondazioni in Texas: crolla ponte nel fiume Llano

Marche : scossa di terremoto moderata avvertita ad Ascoli Piceno – 16 ottobre 2018

MODELLO EUROPEO: l’arrivo del primo FREDDO sul nord-est Europa
MODELLO AMERICANO: uno sguardo al presente per capire il futuro