Domato nella notte l’incendio alla Sacra di San Michele, monumento simbolo del Piemonte

Un grave incendio è divampato nella serata di ieri, 24 Gennaio, alla Sacra di San Michele, il monumento simbolo della Regione Piemonte alle porte della Val di Susa. Le fiamme si sono sviluppate sul tetto del convento situato ai piedi dell’antica Chiesa.

Il rogo è stato domato nella notte dai vigili del fuoco, senza per fortuna conseguenze a persone. Nessuno dei tre padri rosminiani che abitano nel monastero, subito allontanati, è rimasto ferito. I danni sono ingenti, ma nessun bene storico-artistico è andato distrutto. Nessuna delle preziosissime opere architettoniche dell’abbazia o gli oggetti di culto custoditi all’interno sono stati danneggiati dall’incendio su cui ora indagano i carabinieri della compagnia di Rivoli e i vigili del fuoco.

L’allarme è scattato in tarda serata. Sul posto anche la Croce Rossa e i carabinieri, che con i vigili del fuoco dovranno ora stabilire le cause del rogo. Un cortocircuito, è la prima ipotesi, dal momento che la struttura era sottoposta a lavori di ristrutturazione. «Ero al computer, e stavo scrivendo, quando all’improvviso è saltata la corrente», è la testimonianza di uno dei tre padri rosminiani costretti a lasciare il convento.

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Tempesta di vento in Romagna: centinaia di alberi abbattuti, danni in molte città

Violento incendio nella notte a Cogoleto: fiamme fino in autostrada A10 [VIDEO]

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 26 marzo 2019 (ultimi terremoti, orario)

Le PIOGGE più abbondanti delle prossime 24-36 ore: SARDEGNA e CALABRIA in testa

ATLANTICO BASSO: ecco la RICETTA per avere piogge BEN DISTRIBUITE in Italia