Maltempo in Sicilia : oltre 130 mm su trapanese e catanese, allagamenti e disagi

Sprazzi di forte maltempo sulla Sicilia. Nubifragi nel trapanese con vasti allagamenti. Forti piogge anche nel catanese.

Maltempo in Sicilia/ Dopo tanta siccità è finalmente tornata la pioggia in Sicilia, sebbene in maniera a tratti furiosa. È quel che è avvenuto quest’oggi sui settori più occidentali dell’isola, specie tra trapanese, palermitano e agrigentino : qui si è sviluppato un violento temporale V-shaped autorigenerante durato oltre 12 ore e che ha scatenato piogge a carattere di nubifragio.

Castelvetrano

Il temporale ha causato notevoli disagi alla circolazione a causa dei vasti allagamenti prodotti dalla pioggia. Fortemente colpite Castelvetrano, Partanna, Mazara del Vallo, Porto Palo, Santa Ninfa e Salemi. In quest’area sono caduti oltre 140 mm di pioggia in poche ore. 
La pioggia è tornata anche nel palermitano dove la siccità era ormai giunta a un livello estremo che aveva indotto le autorità a chiedere lo stato di emergenza.

Lo scirocco si sta facendo sentire soprattutto sul versante ionico siciliano dove interagisce con i rilievi (soprattutto l’area dell’Etna) e da origine a precipitazioni molto forti sui versanti montuosi e i settori pedemontani del messinese e del catanese.

Fulmine caduto a Partanna

Forti piogge sono in atto nel tratto tra Linguaglossa, Giarre e Taormina (addirittura superati i 150 mm a Linguaglossa da stamattina). Nevica sull’Etna oltre i 2500 metri di quota.

Domani avremo ancora venti sostenuti dai quadranti meridionali e della locale instabilità concentrata principalmente sul versante ionico tra catanese e messinese (dove avremo locali piovaschi). Sul resto dell’isola temo più asciutto.

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Ultim’ora: nave da crociera in avaria nelle acque norvegesi, a bordo 1.300 persone

Pacifico: l’isola di plastica è 16 volte più grande del previsto e continua a crescere

Polo nord : l’artico raggiunge la massima estensione invernale. Estensione però sotto la media

ANALISI MODELLI: occhi puntati sul RAFFREDDAMENTO della prossima settimana

Sabato 23 marzo 2019: oggi festeggiamo la Giornata Mondiale della Meteorologia