Previsioni Meteo : forte e prolungata ondata di freddo, maltempo e neve in settimana

Intensa e prolungata ondata di maltempo in arrivo sull’Italia da domani. Poi arriva la neve anche in pianura?

Previsioni meteo/ Con l’arrivo della neve in pianura quest’oggi sulle regioni nord-orientali (vedi qui) si apre ufficialmente una nuova fase fredda e perturbata che assumerà a tutti gli effetti i connotati di un forte colpo di coda invernale come da anni non si vedeva. Nonostante ci troviamo ad un passo dall’inizio della Primavera stiamo assistendo al continuo flusso di aria gelida verso l’Europa e parte di essa sta raggiungendo anche l’Italia in queste ore.

Nel corso dei prossimi giorni il tempo è destinato a peggiorare ulteriormente sulla nostra penisola, principalmente sulle regioni del centro-sud dove ci aspettiamo una prolungata fase di maltempo di chiaro stampo invernale. Al nord, invece, dopo le nevicate ed il maltempo di oggi assisteremo ad un progressivo miglioramento del tempo in condizioni comunque invernali e con temperature rigide specie di notte e al primo mattino.

L’aria fredda presente sull’Europa centrale e quella orientale tenderà a convergere sul Mediterraneo favorendo la nascita di due distinte perturbazioni che colpiranno l’Italia apportando tanto maltempo e neve fino a bassa quota. In particolare ci aspettiamo due perturbazioni : una tra domani 20 e mercoledi 21 e l’altra tra giovedi 22 e venerdi 23, entrambe alimentate da aria fredda e quindi entrambe in grado di generare nevicate a bassa quota.

se non visualizzi il video, clicca qui 

La prima perturbazione giungerà domani : si tratta della saccatura fredda che ha attraversato l’Europa negli ultimi giorni e che ora ha raggiunto la Francia. Questa saccatura colma di aria fredda continentale tenderà ad indietreggiare convergendo verso il Mediterraneo dove provocherà la formazione di una forte bassa pressione. Essa si muoverà, domani mattina, sulle isole Baleari e in Sardegna mentre domani pomeriggio raggiungerà lo Stavale provocando un esteso guasto del tempo su tutto il centro-sud. Ci aspettiamo piogge diffuse e temporali specie su Sardegna, Campania, Basilicata, Lazio, Calabria, Molise e Puglia. La neve cadrà sull’Appennino centrale dapprima martedi sui 500-600 metri di quota e successivamente (mercoledi) fin su 100-200 metri tra Marche e Abruzzo. Neve sull’Appennino meridionale oltre i 1300-1400 metri. Al nord avremo un po’ di nubi ma senza fenomeni.

La seconda perturbazione giungerà nella giornata di giovedi ma non dalla Francia bensì dal nord Africa : una forte bassa pressione tenderà a svilupparsi lungo la stessa saccatura fredda, che nel frattempo si è allungata sin verso il nord Africa, in cui è nata la precedente perturbazione. Questa intensa depressione risalirà il mar Ionio tra giovedi e venerdi favorendo un diffuso e forte guasto del tempo sulle regioni del sud e parzialmente anche sul versante adriatico. 
Questa bassa pressione attirerà verso l’Italia aria ancor più fredda dai Balcani che coinvolgerà quasi tutta Italia : in questo frangente potrebbero verificarsi nevicate fino in pianura su Marche, Abruzzo e Molise, mentre tra Campania, Basilicata e Puglia forti nevicate potrebbero verificarsi sin verso i 300-500 metri di quota. Tanta neve anche sull’Appennino meridionale sin verso la Sicilia oltre i 900/1000 metri.
Nel corso di questo secondo peggioramento avremo un repentino miglioramento su tutto il nord ed il lato tirrenico centro-settentrionale dove tornerà a splendere il Sole (ma con clima rigido di notte e al primo mattino).
Molto probabilmente freddo e maltempo persisteranno anche nel week-end (sebbene con un progressivo aumento della quota neve). Il bel tempo primaverile sembra davvero lontano al momento.

Seguiteci nei prossimi importanti aggiornamenti dove approfondiremo ulteriormente le quote neve e le zone che maggiormente saranno colpite da queste ondate di maltempo ravvicinate! L’inverno non è ancora terminato!

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Pacifico: l’isola di plastica è 16 volte più grande del previsto e continua a crescere

Polo nord : l’artico raggiunge la massima estensione invernale. Estensione però sotto la media

Australia : ciclone tropicale Veronica ormai ad un passo. Allerta massima su Port Hedland

Il TEMPO della settimana 25-31 marzo: IRRUZIONE FREDDA in vista!