Allerta meteo Puglia e Basilicata : le più forti nevicate dell’inverno in arrivo. Oltre 30 cm a Potenza

Forte maltempo invernale in arrivo su Puglia e Basilicata. Rischio nevicate intense sulla Lucania e sulle Murge. Allerta meteo gialla in Basilicata.

Allerta meteo/ Inizio di primavera shock per l’Italia, dove continua ad affluire aria fredda dall’Europa centro-orientale che mantiene basse le temperature e favorirà nelle prossime ore nevicate fino a quote molto basse per il periodo.

Una nuova perturbazione, questa volta proveniente dal nord Africa, si sta muovendo verso le regioni del sud Italia e già entro stasera raggiungerà Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia dove apporterà le prime piogge e nevicate. Non deve trarre in inganno il fatto che questa perturbazione provenga dal nord Africa : essa scorrerà sull’aria nettamente più fredda proveniente dai Balcani che continuerà ad affluire nei bassi strati verso la nostra penisola e quindi le temperature continueranno a mantenersi basse favorendo nevicate a quote via via sempre più basse.

Con molta probabilità questa fase di maltempo e neve sarà la più intensa dell’inverno per il sud Italia e paradossalmente sta giungendo ad inizio primavera. La bassa pressione che risalirà dal nord Africa apporterà fortissimo maltempo per l’intera giornata di giovedi 22 marzo su Basilicata e Puglia : le piogge saranno diffuse, localmente a carattere di nubifragio, ma ciò che risalta maggiormente sarà la possibilità di nevicate abbondanti sulle colline e sui rilievi. 

PUGLIA – Nevicherà in maniera intensa sul Subappennino Dauno e sulle Murge centro-occidentale sin verso i 500 metri di quota a partire dalla notte, mentre a quote più basse avremo solo pioggia e venti sostenuti di tramontana. Entro domani mattina la neve scenderà sin verso i 400 metri mentre dal pomeriggio, grazie alla rotazione del vento al suolo dai quadranti occidentali (in grado di trasportare aria gelida dall’entroterra verso le coste) la pioggia potrà trasformarsi in neve anche a quote più basse tra foggiano e barese (sin verso i 200-300 metri). Quest’ultimo punto, tuttavia, non è di facile realizzazione e quindi non escludiamo cambiamenti. Solo piogge e gran freddo lungo le coste e il primo entroterra. In Valle d’Itria nevicherà da domani pomeriggio oltre i 400/450 metri. Nevicate sono attese anche sul Gargano sin verso i 300 metri di quota. Pioggia e venti forti sul Salento con temperature nettamente più alte rispetto al resto della regione. 
Gli accumuli più abbondanti saranno registrati sul Subappennino Dauno e sulle Murge, localmente anche oltre 20 cm di neve fresca oltre i 500 metri di quota. Tuttavia anche sul Gargano le nevicate potranno risultare abbondanti con accumuli, localmente, superiori ai 50-60 cm di neve oltre gli 800 metri di quota.

Le nevicate proseguiranno sulle Murge anche nella giornata di venerdi oltre i 400/500 metri di altitudine, mentre più in basso avremo un aumento delle temperature e ancora tanta pioggia.

BASILICATA – questa sarà la regione più colpita dalle nevicate tanto che la Protezione Civile ha emesso all’allerta meteo gialla per neve. Attese nevicate intense già dalle ore notturne che proseguiranno per gran parte della giornata di giovedi. Possibili accumuli nevosi oltre i 700 metri tra i 20 e i 40 cm specie sul potentino. Non escludiamo un accumulo di 30 cm ( o anche superiore) su Potenza. Accumuli abbondanti anche a quote inferiori, sin verso i 300-400 metri. La neve raggiungerà anche il materano oltre i 400 metri di quota, ma con accumuli inferiori rispetto al potentino. Solo pioggia sul metapontino sin verso i 200-300 metri di altitudine.
Altre nevicate potranno raggiungere la Basilicata oltre i 600 metri nella giornata di venerdi, ma queste saranno più sparse e deboli rispetto a giovedi.


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Meteo : crollo delle temperature a breve anche di 10°C. Allerta temporali su molte regioni

Protezione Civile: forti temporali e grandinate domani si estendono al centro-sud, deciso calo termico

Che caldo al sud! Libeccio rovente su Catania, raggiunti i 42°C

MODELLO EUROPEO: gli anticicloni continuano a preferire le latitudini settentrionali e sul Mediterraneo che succederà?
L’instabilità si trasferisce al sud, poi il rinforzo dell’alta pressione

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti