Maltempo: continuano le frane in Emilia Romagna, numerose strade interessate

La persistente fase di maltempo, con piogge e nevicate, sta accentuando i problemi legati alla viabilità stradale in Emilia Romagna, in particolare nella provincia di Bologna, dove continuano a verificarsi movimenti franosi. 

Ecco alcuni tratti stradali interessati:

– SP 7 “Valle dell’Idice” al km 7+500 a Monterenzio

– SP 65 “Della Futa” al km 87+150 a Pianoro

– SP 67 “Marano-Canevaccia” in località Pietracolora al km 8+500. Nella notte si sono verificati smottamenti di materiale fangoso e detriti che hanno totalmente ostruito la carreggiata. La strada è stata riaperta al traffico questa mattina. 

– SP 25 “Vergato-Zocca”. Lavori rallentati, dovrebbero terminare nel fine settimana

– SP 632 “Traversa di Pracchia” ad Alto Reno Terme. Rallentata la rimozione e sistemazione dei materiali. Sono in corso valutazioni per poter riaprire a senso unico alternato la strada che al momento rimane ancora chiusa. 

Si sono verificate inoltre ulteriori precipitazioni nevose di circa 10/15 cm al di sopra di 500-600 metri per cui è stato necessario l’intervento degli spartineve. Poichè le temperature  sono prossime allo zero ed in taluni casi anche inferiori, si è proceduto in alcuni tratti a spargimento di materiale antigelivo.

Il maltempo ha causato danni in tutto il territorio: si stima un valore di circa 115 milioni di euro. La provincia più colpita è quella di Forlì-Cesena con segnalazioni di danni per 20,5 milioni. Seguono Bologna con 18,1 milioni, Modena (17,7 milioni), Reggio Emilia (15,2 milioni), Parma (9,5 milioni), Ravenna (9,2 milioni), Rimini (oltre 9 milioni), Piacenza (circa nove milioni), Ferrara (6,5 milioni).


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Meteo : crollo delle temperature a breve anche di 10°C. Allerta temporali su molte regioni

Protezione Civile: forti temporali e grandinate domani si estendono al centro-sud, deciso calo termico

Che caldo al sud! Libeccio rovente su Catania, raggiunti i 42°C

MODELLO EUROPEO: gli anticicloni continuano a preferire le latitudini settentrionali e sul Mediterraneo che succederà?
L’instabilità si trasferisce al sud, poi il rinforzo dell’alta pressione

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti