Meteo Protezione Civile: domani piogge e temporali anche forti, ecco i settori colpiti

Nella giornata di domani si intensificherà l’instabilità al Nord Italia per via dell’avvicinamento della vasta depressione atlantica sull’Europa occidentale. Previsto maltempo anche al Centro.

Ecco il bollettino della Protezione Civile:

Previsioni meteo Venerdì 30 Marzo 2018

Precipitazioni: 
– diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte settentrionale, settori orientali della Valle d’Aosta, settori alpini, prealpini e di alta pianura di Lombardia e Veneto, e su Trentino, Friuli Venezia Giulia, Liguria di Levante, alta Toscana e crinali dell’Appennino emiliano, con quantitativi cumulati elevati su Piemonte settentrionale, Lombardia nord-occidentale e settori alpini, prealpini e orientali del Friuli Venezia Giulia, generalmente moderati sulle restanti zone;
– sparse, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto, Liguria e Toscana, sui settori occidentali e meridionali del Piemonte, e su Alto Adige, Umbria, Marche, Lazio centro-settentrionale, settori occidentali dell’Abruzzo e sulla Sardegna, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Nevicate: al di sopra dei 1000-1200 m sul Piemonte settentrionale e dei 1400-1600 m sui restanti settori alpini, con apporti al suolo abbondanti su Piemonte settentrionale e Lombardia nord-occidentale, generalmente moderati altrove.
Visibilità: nessun fenomeno significativo. 
Temperature: in generale rialzo, anche sensibile, sulle regioni meridionali.
Venti: forti dai quadranti meridionali su Liguria, Sardegna, settori tirrenici centro-settentrionali, Puglia meridionale e localmente su Sicilia, settori tirrenici meridionali e settori adriatici centro-settentrionali; forti sud-occidentali con raffiche di burrasca lungo i crinali della dorsale appenninica e dei rilievi delle isole maggiori.
Mari: molto mossi il Mar di Sardegna, il Mar Ligure il Tirreno centrale sotto costa e il Tirreno settentrionale; tendenti a molto mossi l’Adriatico, lo Stretto di Sicilia e lo Ionio settentrionale.

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Ultim’ora: nave da crociera in avaria nelle acque norvegesi, a bordo 1.300 persone

Pacifico: l’isola di plastica è 16 volte più grande del previsto e continua a crescere

Polo nord : l’artico raggiunge la massima estensione invernale. Estensione però sotto la media

ANALISI MODELLI: occhi puntati sul RAFFREDDAMENTO della prossima settimana

Sabato 23 marzo 2019: oggi festeggiamo la Giornata Mondiale della Meteorologia