Stazione Spaziale Cinese : Tiangong-1 è precipitato sulla Terra nella notte alle 02.16

È terminata l’odissea di Tiangong-1. Stazione cinese caduta in nottata sulla Terra nell’oceano Pacifico.

Finalmente è giunto al termine il “rientro” sulla Terra della stazione spaziale cinese, chiamata Tiangong-1, che per giorni e giorni ha messo un pizzico di preoccupazione negli abitanti di molte nazioni, ovvero tutte quelle che rientravano tra il 43° parallelo nord e il 43° parallelo sud. Era questa la fascia che, inizialmente, veniva targata come “zona rossa” in cui sarebbe potuto schiantarsi il satellite cinese.

Dopo oltre 2375 giorni in orbita attorno alla Terra, Tiangong-1 si è definitivamente schiantato sul nostro pianeta, ma fortunatamente non sulle terre emerse : man mano che scorrevano le ore, nella giornata di Pasqua, l’area a rischio impatto è diventata sempre più definita escludendo tantissimi Paesi tra cui anche l’Italia (che inizialmente rientrava con una probabilità dello 0.2%) e alla fine si è schiantato alle 02.16 nell’oceano Pacifico non producendo alcun genere di danno. Il nostro Paese era uscito dalla zona rossa nella tarda serata di Pasqua, quando i calcoli diventavano via via sempre più precisi. 

Il satellite cinese era grande più o meno quanto un autobus e pesava 8 tonnellate : al rientro in atmosfera la forza d’attrito ha provocato l’esplosione della stazione e i vari frammenti sono caduti, per fortuna, nell’oceano evitando quindi potenziali danni a cose o persone. La possibilità di essere colpiti dai frammenti era estremamente bassa, ma comunque esistente : certo che sarebbe stato davvero clamoroso dover parlare di vittime o abitazioni danneggiate (della serie, alla sfortuna non c’è mai limite).

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Meteo Protezione Civile domani: instabilità al Sud, temporali sulla Sicilia

Festa in Puglia per la donna più longeva d’Italia: compie 116 anni Maria Giuseppa Robucci

Intensa scossa di terremoto in Francia: paura a Bordeaux

Meteo a 15 giorni: cambia tutto, scacco matto all’alta pressione!