Capodoglio trovato morto: aveva 29 kg di plastica in corpo

Dalla Spagna arriva una notizia che fa scalpore e testimonia ancora una volta l’emergenza inquinamento che riguarda anche le acque del nostro Mar Mediterraneo.

Lo scorso 27 Febbraio è stato ritrovato un capodoglio trovato morto a Capo Palos, nella regione di Murcia, e successivamente l’autopsia sulla carcassa ha rivelato che nello stomaco del cetaceo sarebbero stati rinvenuti grossi quantitativi di plastica: un totale di circa 29 chili di rifiuti, tra cui sacchi della spazzatura, reti e addirittura un tamburo.

Questo fa capire come sia reale e importante il problema dell’inquinamento e dei rifiuti che finiscono in mare, danneggiando gli ecosistemi in cui vivono numerose specie animali. Il Ministero dell’ambiente spagnolo ha lanciato una campagna per tentare di porre un freno all’inquinamento che nella sola Europa vede finire in mare ogni anno tra le 150 e le 500mila tonnellate di rifiuti di plastica.

Oltre a formare immense isole di spazzatura negli oceani, la plastica viene spesso scambiata dagli animali marini per una preda (ad esempio meduse) e per questo viene mangiata. La plastica quindi si accumula nello stomaco e nell’intestino fino a provocare la morte di questi animali. In altri casi invece gli animali finiscono intrappolati.

L’esemplare trovato morto a Capo Palos era un giovane capodoglio di quasi dieci metri e dal peso di oltre sei tonnellate. Dalle analisi effettuate dagli esperti del Centro di recupero della fauna selvatica di El Valle, in Andalusia, è emerso la spazzatura ingerita dal cetaceo, che non sarebbe stato in grado di espellere i rifiuti, potrebbe avergli causato una peritonite. Il capodoglio è una delle specie di cetacei più grandi al mondo ed è classificato come vulnerabile d’estinzione.

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Sicilia : scossa di terremoto in serata avvertita alle pendici dell’Etna – dati INGV-EMSC

Brusco peggioramento con temporali, grandinate e venti forti domani: il bollettino della Protezione Civile

Allerta meteo Aeronautica Militare: venti settentrionali di burrasca in arrivo, le zone colpite

CALO TERMICO in arrivo la prossima settimana, ancora poca pioggia al nord