Previsioni meteo lungo termine: alta pressione e caldo soprattutto al Nord, occhio ai temporali!

In questo articolo andiamo ad analizzare l’evoluzione del tempo a lungo termine. 

Sula base degli ultimi aggiornamenti modellistici, lo scenario meteorologico a larga scala della prossima settimana vedrà il consolidarsi di un possente anticiclone sull’Europa centro-settentrionale, che apporterà una fase stabile e molto mite sui territori europei a Nord dell’Italia. 

Questo anticiclone, ponendo i suoi massi pressori a ridosso dell’Europa centrale, lascerà maggiormente esposta la nostra penisola a infiltrazioni d’aria più fresca, che determineranno una maggiore instabilità atmosferica, sebbene in assenza di perturbazioni organizzate. La prima parte della settimana trascorrerà con tutta probabilità all’insegna dell’alternanza fra spazzi soleggiati (più frequenti al Nord e in generale nelle prime ore del mattino) e annuvolamenti associati a rovesci e temporali, che colpiranno soprattutto le zone appenniniche e interne, ma non mancheranno di bagnare anche i settori costieri.

Il clima sarà generalmente mite, con temperature in media o poco al di sopra della media al centro-sud, mentre al Nord, dove pressione e geopotenziali saranno più elevati, farà più caldo. Sulle regioni settentrionali potremo infatti agevolemente raggiungere massime sui 22-24°C (con possibili picchi intorno a 25-27°). 

Verso la seconda metà della settimana l’alta pressione potrebbe persistere ancora sul bacino del Mediterraneo, assumendo un maggiore contributo di matrice sub-tropicale e quindi determinando una maggiore stabilità atmosferica anche al centro-sud dove nei primi giorni della settimana avremo a che fare, come detto, con parecchi temporali. Le temperature, se dovesse concretizzarsi questo scenario, risulterebbero al di sopra delle medie, su valori tardo-primaverili su gran parte della penisola. 

Torneremo sulla previsione con maggiori dettagli, quindi vi invitiamo a seguire i nostri prossimi aggiornamenti. 

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK