Tappeto di sabbia nei cieli italiani, atmosfera surreale – quando finirà?

Vasta coltre di polvere desertica in cielo. Cieli lattiginosi, giallastri e sporchi. Quando finirà?

Un vastissimo tappeto di polvere del deserto del Sahara sta ricoprendo l’Italia, in particolar modo le regioni del centro-sud dove troviamo concentrazioni di sabbia davvero elevate. Non solo in cielo, che risulta lattiginoso e tendente al marroncino (proprio perchè carico di sabbia), ma anche tutte le superfici delle nostre città sono sporche. Il grande responsabile di questa situazione è il ciclone afro-mediterraneo giunto dall’Algeria e ora posizionato nei pressi della Sardegna.

Il ciclone ha innescato, sul suo bordo orientale che purtroppo va a coincidere proprio con l’Italia, un fortissimo richiamo di correnti meridionali (ostro e scirocco) che dal nord Africa si stanno spingendo sin verso il nostro Paese. Queste correnti d’aria decisamente intense, il cui impatto ieri si è fatto vedere chiaramente in Sicilia con raffiche oltre i 100 km/h, ha trasportato non solo aria decisamente mite africana ma anche enormi quantità di pulviscolo desertico di origine sahariana. 

La polvere del deserto è stata sollevata dal suo luogo d’origine ed è stata trasportata alle medio/alte quote dalle forti correnti sciroccali, dopodichè si sono dirette verso l’Italia dove ha reso i cieli lattiginosi riuscendo anche a sporcare ogni genere di superficie soprattutto a seguito delle “pioviggini sabbiose”, ovvero piccole gocce d’acqua cariche di sabbia che di tanto in tanto scendono al suolo. 
Atmosfera davvero surreale nelle città del centro-sud, specie su Bari, Napoli e Palermo, dove anche senza l’uso dei classici filtri degli smartphone si nota chiaramente la prevalenza del “color sabbia”.

Bari

MA QUANDO FINIRà?

Nel corso dei prossimi giorni purtroppo non avremo grossi ricambi d’aria : la perturbazione tenderà a stazionare sull’Italia, favorendo quindi anche la persistenza dell’enorme quantità di pulviscolo desertico in atmosfera, su tutto il Mediterraneo. Sicuramente tenderà gradualmente a calare la concentrazione, anche perchè pian piano cadrà verso il suolo soprattutto durante piovaschi e temporali che si susseguiranno tra domani e mercoledi/giovedi (soprattutto al centro-sud). Quindi almeno fino a giovedi dovremo convivere con la sabbia sahariana sulle regioni del sud, mentre da martedi/mercoledi sul centro-nord il pulviscolo tenderà pian piano a svanire.

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Meteo : vortice ciclonico domani nel Mediterraneo. Maltempo intenso sulle isole maggiori?

Equinozio di Primavera : coinciderà con l’ultima SuperLuna del 2019

Un grosso meteorite è esploso sul Mare di Bering: energia 10 volte quella della bomba di Hiroshima

Marzo 2019 rovente: le anomalie più importanti e la previsione per il futuro

Meteo a 7 giorni: il MALTEMPO si localizzerà sulle isole maggiori, week-end primaverile sull’Italia