Vulcano del Fuego: oltre 100 morti e centinaia di dispersi. Scende in campo l’Unicef.

Si continua a scavare fra fango, cenere e detriti, in Guatemala, alla ricerca dei tanti dispersi ancora presenti nella zona del vulcano del Fuego. 

La violentissima eruzione esplosiva del vulcano ha causato grande devastazione a sud-ovest di Guatemala City, danneggiando interi villaggi. Il bilancio delle vittime è salito a 109 morti, mentre sono più di 200 le persone che risultano ancora disperse. 

La macchina dei soccorsi non si è mai arrestata tranne che nei momenti più critici e rischiosi per l’incolumità degli operatori e gli aiuti continuano ad arrivare da ogni parte del mondo. Intanto il vulcano continua ad eruttare, anche se con intensità molto più attenuata. 

L’UNICEF sta lavorando nel Paese con i partner per fornire aiuto agli oltre 650.000 bambini e adolescenti che vivono nelle aree colpite dall’eruzione del Volcan de Fuego. Finora, fa sapere l’organizzazione, sono state evacuate oltre 12.000 persone, mentre circa 3.700 persone – tra cui centinaia di bambini – sono ora ospitate in rifugi di emergenza.

“In situazioni di emergenza come questa, i bambini potrebbero perdere l’accesso a cibo e nutrimento adeguati, assistenza sanitaria, protezione, acqua potabile e servizi igienico-sanitari”, ha dichiarato Carlos Carrera, rappresentante dell’UNICEF in Guatemala. “È imperativo garantire che i bambini colpiti, compresi quelli che ora vivono in centri di accoglienza, rimangano protetti da malattie e violenze e siano al sicuro”.

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Lago Michigan : spettacolo naturale in atto, un mosaico di ghiaccio riveste il lago

Meteo Protezione Civile domani: tempo generalmente stabile, ultimi rovesci all’estremo Sud

Ciclone Idai, è una catastrofe in Africa : almeno 1000 vittime. Inondazioni su vasta scala

Prosegue il trend AVARO di pioggia al nord, tempo più irrequieto al sud