Previsioni Meteo : prossimi giorni più stabili, ma solo per poco!

Miglioramento a metà settimana, ma nel week-end nuovo guasto con tanti temporali?

Previsioni meteo / Una vasta e forte perturbazione di origine atlantica sta attraversando l’Europa occidentale per fiondarsi sull’Italia dove nelle prossime ore apporterà un forte guasto del tempo con temporali molto forti, specie al nord Italia ( ve ne abbiamo parlato qui).
Tuttavia si tratta di una perturbazione abbastanza rapida e già da domani sera tenderà ad abbandonare la nostra penisola.

Ciò significa che a partire da mercoledi assisteremo ad un repentino miglioramento del tempo su tutto il nostro Paese grazie al rinforzo, momentaneo, dell’anticiclone : chiariamo però che lo stivale uscirà da questa fase perturbata con un caldo decisamente attenuato e lo percepiremo nettamente tra mercoledi e venerdi quando le temperature saranno più basse di almeno 3-4 °C rispetto agli ultimi caldi giorni appena vissuti. Inoltre mercoledi si farà sentire anche un piacevole vento di maestrale sulle regioni del sud.

se non vedi il video, clicca qui >>

Ricapitolando, dunque, tra mercoledi e venerdi sarà il Sole a dominare la scena con clima estivo ma non troppo caldo. 
A partire da venerdi, tuttavia, i temporali potranno fare nuovamente la loro comparsa a cominciare dal nord-ovest a causa di una nuova perturbazione atlantica che si manifesterà in maniera vistosa e incisiva nel corso del fine settimana.

ANCORA MALTEMPO NEL WEEK-END

Questa ennesima perturbazione proveniente dall’Atlantico potrebbe rivelarsi anche più incisiva del peggioramento in atto in queste ore. Oltre a piogge e temporali, ancora impossibili da prevedere nel dettaglio, ci aspetta un diffuso e sensibile calo delle temperature dapprima al nord e successivamente al centro-sud, specie nella giornata di domenica 22. Mancano ancora diversi giorni a questo nuovo presunto peggioramento, per cui avremo tempo e modo per parlarne in maniera più approfondita nei prossimi aggiornamenti. Restate con noi su InMeteo.net!

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK