Meteo : fino a 37°C oggi, afa ristagnante. Attenzione a forti temporali di calore

Aria ristagnante su tutta Italia, occhio a locali forti temporali di calore al centro-sud. 

Meteo / L’alta pressione nord africana continua a sovrastare senza particolari pretese la nostra penisola, favorendo clima decisamente caldo e afoso e allo stesso tempo anche instabilità convettiva tipica del periodo estivo (ovvero i temporali di calore).

Dato che ci troviamo davanti un anticiclone non in gran forma, delle piccole sacche fresche provenienti dall’Atlantico riescono ad intrufolarsi nel Mediterraneo e pertanto interagiscono con il calore e l’umidità alle stelle presente lungo la nostra penisola dando vita ai più classici temporali di calore pomeridiani e serali. Il “cuore” di quest’aria fresca, ovvero l’area in cui c’è la maggior instabilità, è situata nei pressi della Sardegna ed è proprio qui che compaiono un po’ di nubi e locali acquazzoni sin dalle ore mattutine (come ad esempio nel cagliaritano).

Ovviamente non si tratta di una perturbazione organizzata, quindi continueremo a parlare di locali temporali di calore in un contesto tutto sommato accettabile, specie al mattino dato che i cieli si presentano sereni pressocchè ovunque.

ATTENZIONE AI TEMPORALI OGGI

La giornata è apparentemente stabile quasi ovunque al momento, ma nel pomeriggio si svilupperanno numerosi acquazzoni e temporali improvvisi, principalmente sulle aree collinari e montuose. Essi saranno maggiormente frequenti su Toscana, Lazio, Umbria, Campania ed Emilia, dove ad essere interessate saranno appunto i settori di collina o di montagna. L’instabilità pomeridiana la ritroveremo anche lungo l’arco alpino e localmente anche sui settori interni di trapanese, palermitano e Salento. 
Menzione a parte per Piemonte e Sardegna : i temporali in queste due regioni potrebbero risultare anche molto forti ed inoltre potranno raggiungere anche i settori pianeggianti. In particolare i temporali potranno raggiungere, stasera, la pianura torinese (Torino compresa) e gran parte del lato occidentale della Sardegna (sin sulle coste). Piemonte e Sardegna, infatti, si ritroveremmo in prossimità del nucleo più fresco (in alta quota) e quindi saranno soggette all’instabilità più marcata. Non escludiamo anche locali grandinate e forti colpi di vento.

CALDO E AFA IN AUMENTO


Sebbene siano presenti piccole sacche fresche in alta quota, alla fine è l’anticiclone africano a tenere in mano le redini della situazione. Pertanto l’aria calda continuerà ad affluire verso l’Italia e le temperature raggiungeranno agevolmente i 37°C in pianura Padana (specie tra Emilia e Veneto) e i 33-35°C sulle zone interne del centro-sud. L’afa si farà sentire ovunque ma principalmente su coste, fiumi e in pianura Padana dato che sono ormai diversi giorni (oltre due settimane) che non assistiamo ad importanti ricambi d’aria. L’assenza di vere perturbazioni e di venti forti non fa altro che far ristagnare l’aria e quindi l’umidità, mediante evaporazione del mare, tende costantemente ad aumentare. I temporali di calore causati da deboli refoli freschi in quota garantiscono solo un refrigerio momentaneo, dopodichè l’umidità aumenta nuovamente e rende il caldo insopportabile.


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Scossa di terremoto moderata a grande profondità nel Golfo di Policastro – 18 ottobre 2018

Previsioni meteo : week-end stabile, ma poi confermato il crollo delle temperature!

Maltempo in Sicilia, notizie : violenti temporali tra Agrigento e Siracusa – gravi allagamenti a Gela

Modello europeo: weekend di tempo soleggiato, poi un calo termico dalla prossima settimana
PREVISIONI METEO: abbassamento delle temperature in vista nella terza decade di ottobre