Meteo : caldo, afa e temporali – le previsioni per oggi

Debole perturbazione nel Mediterraneo, ancora acquazzoni e temporali sulle isole. Caldo e afa ovunque.

La debole struttura anticiclonica di origine sub-tropicale che staziona sul Mediterraneo permette la contemporanea presenza di caldo (non estremo), afa e anche piogge e temporali. Anche stamattina l’immagine del satellite è eloquente e ci mostra una nuvolosità piuttosto insolita per il mese di agosto tra Sardegna e Sicilia, dove troviamo anche locali acquazzoni. Questa instabilità è dettata dalla presenza di piccole sacche d’aria fresca in alta quota che sono riuscite a farsi largo all’interno dell’anticiclone africano. Altrove splende il Sole, ma non mancherà in giornata la classica instabilità pomeridiana.

PREVISIONI PER OGGI

La giornata di oggi, mercoledi 8 agosto, proseguirà sulla scia dei giorni precedenti, ovvero soleggiamento diffuso al mattino e poi formazione di acquazzoni e temporali sui settori interni (colline e rilievi) nel corso delle ore pomeridiane e serali. 
In particolare l’instabilità tenderà a svilupparsi soprattutto sui settori interni del centro Italia, in Sardegna, in Piemonte, in Valle d’Aosta e sui rilievi del Triveneto. Isolati temporali anche sui settori interni di Sicilia, Basilicata, Murge, Campania.
Qualche temporale potrà formarsi anche in pianura Padana e segnatamente su torinese e tra Emilia e Veneto, risultando molto localmente anche di forte entità. I fenomeni saranno rapidi.

ANCORA CALDO E AFA OVUNQUE

La persistenza di questa debole cupola anticiclonica impedisce importanti ricambi d’aria e quindi l’umidità tende a ristagnare giorno dopo giorno. Oggi le temperature massime raggiungeranno i 37°C sulla pianura Padana orientale (tra Emilia, Veneto e Friuli), sulla Toscana e sul Lazio. Picchi di 34-35°C sulla pianura Padana occidentale e sui settori interni delle regioni adriatiche. Massime tra i 30 e i 33°C al sud. 
Afa in pianura Padana, sulle coste e in prossimità dei fiumi.

COSA CI ASPETTA A FERRAGOSTO? LE ULTIMISSIME >>>

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK