Bassa pressione centrata nel Mediterraneo : maltempo e nubifragi su Sicilia e Sardegna

Maltempo che insiste sul centro-sud, forti nubifragi e allagamenti in Sardegna.

Il maltempo non molla la presa sulle isole Maggiori e in particolar modo sulla Sardegna, dove piove in maniera copiosa su molti settori dell’isola, localmente anche in maniera molto incisiva. Tutto a causa di una saccatura colma di aria fresca che staziona nel cuore del Mediterraneo senza possibilità di fuga.

situazione dal satellite ore 19.20

La sua persistenza ha causato la formazione di una bassa pressione quasi immobilizzata nei pressi della Sardegna, responsabile della formazione di numerosi temporali che avvolgono l’isola sarda. L’aria fresca alle alte quote si fa sentire anche sul resto del centro-sud, dove apporta temporali pomeridiani piuttosto intensi (specie sui settori interni).

video da San Nicolò d’Arcidano. Se non vedi clicca qui >>

La Sardegna, assieme alla Sicilia, è la regione maggiormente colpita da questa ondata di maltempo che di estivo ha decisamente poco : sono numerosi i temporali che negli ultimi due giorni hanno colpito l’isola, risultando a tratti violenti e scatenando nubifragi lampo. Notevoli i disagi e gli allagamenti tra le province di Sassari, Oristano e Sud Sardegna. Allagamenti ingenti a Sanluri, Nurri, San Nicolò d’Arcidano e anche all’aeroporto di Cagliari-Elmas, dove il forte temporale ha causato forti disagi e cancellazione dei voli. Un fulmine ha colpito la pista dell’aeroporto causando forti disagi e danni. I primi voli saranno disponibili solo a partire da martedi sera.

Nubifragio verso Alghero

Anche in Sicilia non mancano i forti temporali : principalmente colpite le aree settentrionali tra palermitano e messinese e quelle centro-orientali, tra le province di Enna e Catania dove negli ultimi giorni sono avvenuti numerosi forti temporali accompagnati da grandine e nubifragi. Dalle 19.00 è in atto un forte temporale sul messinese tirrenico dove vengono segnalate locali forti grandinate e colpi di vento notevoli. 

SEGUI IL TEMPO IN DIRETTA, CONSULTA I SATELLITI e i RADAR

La perturbazione tenderà pian piano a muoversi verso est abbandonando parzialmente la Sardegna. Tuttavia nei prossimi giorni sarà ancora possibile assistere a locali forti temporali pomeridiani concentrati perlopiù sui settori più interni.

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK