Landspout e Gustnado : cosa sono e quali le differenze?

Tra i tipi di tornado figurano i gustnado e i landspout. In Italia sono le classiche “trombe d’aria”.

Durante un temporale capita spesso che si formino fenomeni vorticosi non molto intensi ma comunque incisivi come i gustnado e i landspout, subito etichettate come “trombe d’aria” dalla gente. In effetti è il termine corretto per descriverle, in quanto sono semplicemente delle varianti della tromba d’aria vera e propria, meglio nota col termine di tornado (ricordiamo per l’ennesima volta che tromba d’aria e tornado sono sinonimi).
Ora andremo a vedere quali sono le differenze.

TORNADO DI TIPO LANDSPOUT

I tornado sono fenomeni violenti e rari, che si sviluppano solo in determinate condizioni e necessitano della presenza del “mesociclone” all’interno del temporale, ovvero la rotazione ciclonica delle nubi.
I landspout, letteralmente “imbuto sul terreno”, sono una variante dei tornado che non necessita la presenza del mesociclone, per cui possono svilupparsi con maggior facilità e non sono molto violenti. In Italia è normalissimo assistere ai landspout nelle campagne e talvolta anche sulle colline. 

Landspout in Arizona

La loro forza è molto inferiore a quella dei tornado mesociclonici proprio perchè non è presente una profonda depressione al loro interno in grado di scatenare venti impetuosi. Nonostante ciò bisogna ugualmente fare attenzione in quanto hanno la forza necessaria per sradicare piccoli alberi e sollevare oggetti di varia natura e in alcuni casi anche le automobili.

GUSTNADO


I gustnado sono fenomeni simili al tornado o al landspout, ma che hanno una genesi leggermente diversa. Solitamente questi vortici non si vedono ad occhio nudo a meno che non transitano su terreni secchi e polverosi che si addensano alla base del vortice.
I gustnado si formano in corrispondenza del gust front, ossia il “fronte delle raffiche” che dal temporale si espande verso l’esterno, al suolo. Si differenzia nettamente dai tornado di qualsiasi genere per la mancanza del classico “imbuto”, che nei gustnado non è visibile.
Nonostante ciò bisogna sempre prestare particolare attenzione a questo genere di fenomeno vorticoso : dato che si sviluppa sul “gust front” può risultare anche molto intenso presentando venti superiori ai 120-140 km/h in grado di causare danni e capovolgere autovetture. Inoltre può presentarsi all’improvviso a differenza dei landspout e i classici tornado che col loro evidente imbuto sono visibili anche a grande distanza.


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


L’arcobaleno perfetto e circolare : video mozzafiato

Meteo Protezione Civile domani: tempo generalmente stabile, ma con peggioramento serale

Incendio stabilimento rifiuti a Roma: forte odore acre fino al centro della capitale. “CHIUDERE LE FINESTRE”.

MODELLO EUROPEO: toccata e fuga del FREDDO al nord, rialzo termico dal prossimo weekend
PREVISIONI METEO: l’aria fredda raggiunge l’Italia ma dal prossimo weekend…