Alluvione lampo a Verona : risveglio difficile, centinaia di interventi [VIDEO]

Violenti nubifragi nel veronese, ancora tanti disagi. Continua a piovere in Veneto.

Risveglio sott’acqua per il veronese dopo i pesanti nubifragi di ieri e oltre tutto il tempo non accenna a migliorare visto che continua a piovere specie a nord di Verona. Nella sola giornata di ieri sono caduti fino a 178 mm di pioggia a Santa Maria di Negrar, 162 mm a Pedemonte, 146 mm a Illasi, 137 mm a Pian di Castagnè, 124 mm a Marano di Valpolicella, 103 mm a Soave, 102 mm a Mizzole e 76 mm a Verona centro. Nella prima parte di oggi sono caduti dai 10 a i 20 mm nella zona di Verona e altri 50 mm tra vicentino e trentino. 

Impressionante il video che arriva da Santa Maria di Negrar, la zona più colpita dalle piogge ( se non vedi clicca qui) >>

La causa di questi nubifragi è stata un temporale auto-rigenerante ancorato letteralmente su Verona, dove ha assorbito l’enorme energia (calura e umidità) presente sul Veneto trasformandola in nubifragi persistenti. La bassa pressione presente sul nord Italia, inoltre, è stazionaria e quindi ha permesso al temporale di stazionare per diverse ore sul veronese senza mai spostarsi. Le piogge intese hanno poi causato lo straripamento di fiumi e canali (ve ne parlammo ieri qui).

TANTI INTERVENTI QUEST’OGGI

Una notte difficile per Verona e per i Vigili del Fuoco, a lavoro per gestire centinaia di interventi. Numerose i quartieri allagati, auto sommerse dall’acqua fin’oltre l’abitacolo, case e cantine sommerse. Non si registrano al momento feriti. Le situazioni più critiche si registrano tra la bassa Valpolicella, Zevio, Soave e l’est veronese.



Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK