Campania: lievi scosse sismiche nell’area di Pozzuoli e Solfatara, legati al bradisismo vulcanico

Ultime ore movimentate nel sottosuolo italiano, con diverse scosse di terremoto registrate al Sud Italia e in particolare fra Sicilia e Calabria. 

Una serie di lievi scosse si è verificata in questo inizio di mattinata anche in Campania, nell’area dei Campi Flegrei: si tratta di movimenti sismici molto leggeri legati al fenomeno del bradisismo. Le scosse di entità maggiore, magnitudo 1.6 e 1.7, si sono verificate alle ore 8.36 e 8.59. Tremori e boati hanno interessato l’area di Pozzuoli e in particolar modo la zona della Solfatara. Qui in alcune scuole i bambini sono stati fatti uscire in via precauzionale, ma non si registra naturalmente alcun danno a persone. 

Ricordiamo che il bradisismo è un fenomeno vulcanico tipico dei Campi Flegrei che consiste nel periodico abbassamento o innalzamento del livello del suolo. Negli anni ‘70 tale fenomeno determinò l’abbandono del centro storico di Pozzuoli da parte degli abitanti. Il bradisismo determina quindi piccole scosse di terremoto con profondità molto superficiali, generalmente non avvertibili dalla popolazione, o avvertibili solo nel raggio più ristretto attorno all’epicentro. 

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK