Allarme negli Stati Uniti : uragano Michael a breve su Florida e Alabama, si teme un disastro

Devastazione nei Caraibi, già 13 vittime. Ora l’uragano Michael punta Florida e Alabama.

Il ciclone tropicale Michael ha duramente colpito i Caraibi occidentali e in maniera particolare l’isola di Cuba dove ha causato già 13 vittime a causa delle inondazioni e i venti tempestosi. Nonostante tutto Michael ha colpito Cuba con la forza di un ciclone al livello di “tempesta tropicale”, quindi non ancora nello stadio di uragano (venti non superiori ai 120 km/h). 

Ora Michael si è rigettato nel rovente Golfo del Messico dove le altissime temperature marine ne stanno provocando una rapidissima intensificazione : Michael dopo aver abbandonato Cuba ha rapidamente raggiunto il livello di “uragano” e attualmente è addirittura in categoria 2. Nelle prossime ore diventerà un “Major Hurricane“, ovvero raggiungerà la categoria 3 sulla scala Saffir-Simpson e presenterà venti medi attorno ai 200 km/h (raffiche oltre i 250 km/h).

Il percorso dell’uragano Michael – impatto sulla Florida nello stadio di “Major Hurricane”, contrassegnato dalla “M”. Significa che impatterà nello stadio di uragano di categoria 3.

GRAVE RISCHIO PER GLI STATI UNITI

L’uragano Michael dunque si sta intensificando con un ritmo davvero eccezionale a causa delle elevatissime temperature del Golfo del Messico e a breve raggiungerà le coste meridionali degli Stati Uniti. In particolare l’impatto è previsto tra stasera e domani mattina sulle coste della Florida occidentale dove si teme un vero e proprio disastro : Michael impatterà nella sua terza categoria con venti oltre i 200 km/h, piogge torrenziali ed il temibile “storm surge”, ovvero l’innalzamento del livello del mare in grado di inondare interi centri abitati.

La tempesta poi colpirà anche l’Alabama tra domani e giovedi. Si temono danni enormi oltre che vittime : i governatori di entrambi gli stati americani hanno già lanciato l’allarme massima e lo stato di emergenza per far fronte a questo ennesimo flagello della natura a poco meno di un mese di distanza dall’uragano Florence.

Michael visto dal satellite

Il landfall dell’uragano Michael è previsto in serata in prossimità di Panama City : il governatore della Florida, Rick Scott, ha allertato la guardia nazionale mettendo a disposizione 4000 uomini per far fronte all’emergenza. Almeno 200 contee tra Florida e Alabama sono a rischio ma il disastro più importante potrebbe riguardare le coste dove si abbatterà l’onda di tempesta, ovvero l’innalzamento del livello del mare anche di oltre 4-5 metri. Le mareggiate saranno estreme e con esse anche le piogge in grado di riversare al suolo oltre 400-500 mm di pioggia entro mercoledi sera.
 ‘Ogni famiglia deve essere preparata. Possiamo ricostruire la tua casa, ma non possiamo ricostruirti la vita’, ha detto il governatore.


TUTTO QUEL CHE BISOGNA SAPERE SU UN CICLONE TROPICALE, leggi qui >>>

 


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


L’arcobaleno perfetto e circolare : video mozzafiato

Meteo Protezione Civile domani: tempo generalmente stabile, ma con peggioramento serale

Incendio stabilimento rifiuti a Roma: forte odore acre fino al centro della capitale. “CHIUDERE LE FINESTRE”.

MODELLO EUROPEO: toccata e fuga del FREDDO al nord, rialzo termico dal prossimo weekend
PREVISIONI METEO: l’aria fredda raggiunge l’Italia ma dal prossimo weekend…