Uragano Michael devasta la Florida : distrutte case e litorali, salgono a 21 le vittime

Disastro in Florida, salgono le vittime dell’uragano Michael. Interi paesi distrutti.

Ciò che è rimasto dell’uragano Michael, ormai ridotto ad una semplice perturbazione nord atlantica, ha da poco raggiunto l’Europa nord-occidentale apportando una modesta fase di maltempo. Sono già passati alcuni giorni dal suo disastroso impatto sulle coste della Florida ma la conta dei danni e l’aggiornamento del bilancio delle vittime non si è ancora fermato.

Ricordiamo che Michael ha colpito in pieno le coste occidentali della Florida nello stadio di “uragano di categoria 4” ma sarebbe bastato pochissimo per raggiungere la massima potenza, ovvero la categoria 5. Michael, infatti, possedeva una ventilazione media di circa 250 km/h con raffiche vicine ai 300 km/h. Raffiche che si sono abbattute per diverse ore sulle coste della Florida causando veri e propri disastri. Oltre ai venti fortissimi c’è da considerare l’onda di tempesta, ovvero l’innalzamento del livello del mare di diversi metri che ha sommerso tutte le coste. I centri abitati più colpiti sono stati quelli di Mexico Beach e Panama City dove gran parte delle abitazioni ha subito danni enormi.(GUARDA IMMAGINI DALL’ALTO).

 

Stando agli ultimissimi aggiornamenti il numero delle vittime è salito a 21 persone. Tuttavia è un numero provvisorio perchè le ricerche dei dispersi continua tra le macerie lasciate dall’uragano.

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK