“Asteroide della morte” a forma di teschio sfiorerà la Terra. Ma i pericoli sono altri

asteroide morte teschio

Si avvicina alla Terra l‘asteroide 2015 TB145, scoperto appena tre anni fa, e destinato a “sfiorarla” esattamente l’11 novembre 2018. Proprio in quella data questo grosso asteroide scorrerà a “soli” 38 milioni di chilometri dal nostro Pianeta, una distanza che ovviamente per noi è esagerata ma che in termini galattici è davvero un’inezia. 

È stato soprannominato “l’asteroide della morte” proprio per la sua forma atipica : osservandolo attentamente si nota chiaramente la sua somiglianza con un teschio. Per questo motivo, oltre che per il periodo appena successivo a quello di Halloween, è stato anche soprannominato come “asteroide di Halloween”.
Questo corpo roccioso ha un diametro di circa 700 metri ed in origine era una cometa, ormai priva di coda data l’assenza di ghiaccio, metano e ammoniaca che nel tempo sono andati persi.

MA I VERI PERICOLI SONO ALTRI…

L’asteroide 2015 TB145 si avvicinerà nuovamente alla Terra addirittura nel 2088, ma a distanze ben maggiori rispetto a quella attuale. Questo asteroide non rappresenta assolutamente una minaccia per la Terra, come fa sapere l’Istituto Max-Planck che ci avvisa di altri veri pericoli : in particolare quello che preoccupa maggiormente è l’asteroide 1999AN10 che nell’agosto del 2027 (tra 9 anni) dovrebbe scorrere ad appena 300.000 km dalla Terra (praticamente potrebbe avvicinarsi addirittura più della Luna). Altra minaccia dello spazio sarà l’asteroide 99942, denominato Apophis (dio egizio delle tenebre) che nel 2029 (tra 11 anni) potrebbe avvicinarsi davvero all’impatto con la Terra. Secondo le ultime stime dovrebbe sfiorare letteralmente il nostro Pianeta, scorrendo dove attualmente sono situati i nostri satelliti delle telecomunicazioni..

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK