Violento terremoto in Grecia: danni a Zante, crolla storico Monastero alle Strofadi

La violenta scossa di terremoto di magnitudo 6.8 sulla scala Richter  avvenuta nel Mar Ionio, alle 01.07 italiane, ha fortemente colpito la Grecia sud-occidentale e l’area del Peloponneso. 

La scossa ha avuto epicentro in mare, a circa 30 km dalla terraferma, 27 dalla costa dell’Isola di Zante. E’ qui, dalle prime informazioni, che dovrebbero esserci stati i maggiori danni a causa delle violente onde sismiche liberate dal terremoto, che ha avuto un ipocentro di soli 10 km. 

Tutti gli abitanti dell’Isola hanno lasciato le loro abitazioni e si sono precipitati in strada e in luoghi aperti. Si registrano danni, con crolli a monumenti ed edifici antichi, crepe in molte strutture, interruzioni alle reti elettriche. 

Ci sono testimonianze anche sul crollo (probabilmente totale) della torre del celebre Monastero di Strofadi, situato su una delle isolette chiamate Strofadi, pochi chilometri a sud di Zante. L’opera ha un grandissimo valore storico e artistico. 

Nel corso delle prossime ore verranno forniti ulteriori aggiornamenti 

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Siccità estrema al nord : si svuota il Lago Maggiore. Po in secca

Frasi e aforismi per la Festa del Papà: trova il pensiero più bello per fare gli auguri

Emirati Arabi : un “buco” nelle nubi, video della “Hole Punch Cloud”

Calo delle temperature al nord, instabilità residua al sud, poi l’anticiclone