Maltempo Val d’Aosta: crolla albero su automobile, due morti

Ancora una tragedia per il maltempo nelle ultime ore. La perturbazione giunta sul Nord Italia ha portato alla morte di due persone in Val d’Aosta, in seguito alla caduta di un grosso albero sulla strada regionale per Lillianes, nella valle di Gressoney. L’albero ha colpito l’auto in cui viaggiavano un uomo e una donna di circa 70 anni, entrambi deceduti.

“Sono cadute altre piante in questi giorni –  spiega il sindaco di Lillianes, Daniele De Giorgis – Fino ad ora non c’erano state vittime o feriti, purtroppo questa mattina il castagno ha colpito in pieno la macchina su cui viaggiavano il conducente e una passeggera”. Per liberare i due corpi dalle lamiere dell’auto sono intervenuti i vigili del fuoco. L’equipe del 118, però, non ha potuto fare niente per salvare i due. Sull’accaduto sono in corso gli accertamenti dei carabinieri.

A Lillanes come nel resto della Valle d’Aosta piove anche se non in modo intenso e su tutta la regione l’Arpa ha emesso un bollettino di allerta gialla, almeno fino alla mezzanotte di oggi, ma i danni maggiori, e con ogni probabilità anche la causa della caduta del castagno che ha travolto la macchina sulla provinciale, è da ricondurre all’ondata di maltempo dei giorni scorsi.

La caduta di piante sulle strade a causa di vento impetuoso e pioggia ha colpito, da lunedì notte in poi, diversi comuni valdostani: Verrès, Challand-Saint-Anselme, Brusson, Issogne, Donnas, Hône, Bard, Antey-Saint-André, Nus, Saint-Barthélemy Torgnon, Champorcher. In alcuni casi gli alberi hanno interrotto la fornitura di energia elettrica e i tecnici Deval sono dovuti accorrere un po’ dappertutto per risolvere le varie situazioni.

 

 

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Venti fortissimi al Nord, in Lombardia: centinaia di interventi, due donne ferite

Iran : alluvione devastante travolge la città di Shiraz [VIDEO]

Brasile : ecco il ciclone Iba, rarissimo sistema tropicale dell’Atlantico meridionale

MODELLO EUROPEO: in marcia verso un episodio di tempo PERTURBATO nei primi giorni di aprile