Protezione Civile: maltempo sull’Italia domani, fenomeni anche di forte intensità. Previsioni e allerte.

Nella giornata di domani avremo ancora l’azione di questo vortice ciclonico giunto oggi sulla penisola, che apporterà maltempo e anche venti forti su molte regioni. Particolarmente colpite le zone tirreniche. 

Vediamo le previsioni a cura della Protezione Civile, con le criticità e le allerte zona per zona. 

Previsioni meteo Martedì 20 Novembre 2018

Precipitazioni: 
– da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lazio, Umbria sud-occidentale, settori occidentali di Abruzzo e Molise, Campania, settori centro-settentrionali e tirrenici della Basilicata, Puglia meridionale, Calabria centro settentrionale e sulle zone interne e versanti meridionali della Sicilia, con quantitativi cumulati generalmente moderati, fino a puntualmente elevati sui settori meridionali del Lazio, sul settore meridionale dell’Abruzzo occidentale, sulle zone interne settentrionali e versanti tirrenici della Campania, sul Molise occidentale e sui settori tirrenici di Basilicata e Calabria settentrionale, ove i fenomeni temporaleschi assumeranno carattere più diffuso e insistente;
– sparse, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Umbria, Abruzzo meridionale, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia e su Romagna e Marche settentrionali, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati;
– da isolate a sparse, localmente anche a carattere di rovescio o breve temporale, sulla Sardegna, in esaurimento nella seconda parte della giornata, con quantitativi cumulati generalmente deboli, fino a puntualmente moderati sul settore sud-occidentale dell’isola.
Nevicate: nelle prime ore della giornata, in rapido esaurimento entro il primo mattino, al di sopra dei 300-500 m sui settori occidentali del Piemonte e su Emilia centro-occidentale, Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia, con apporti al suolo generalmente deboli, fino a moderati sui settori alpini piemontesi, fascia collinare e appenninica emiliana e settori alpini, prealpini e orientali del Friuli Venezia Giulia; al di sopra dei 1000-1200 m sull’Appennino romagnolo e dei 1200-1400 m umbro-marchigiano, in risalita al di sopra dei 1600-1800 m, con apporti al suolo deboli, fino a moderati alle quote superiori.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: minime in sensibile aumento sulle regioni centro-meridionali peninsulari e sulla Sicilia; massime in locale sensibile aumento sul medio versante adriatico e sul meridione peninsulare.
Venti: inizialmente di burrasca o burrasca forte settentrionali sulla Liguria centro-occidentale e nord-orientali sui settori adriatici di Veneto e Friuli Venezia Giulia, con raffiche di tempesta sul triestino, in decisa attenuazione entro metà giornata; forti nord-occidentali sui settori adriatici di Emilia Romagna e Marche e localmente su Liguria di Levante e settori tirrenici e arcipelago della Toscana; forti dai quadranti meridionali su regioni meridionali e sulla Sardegna meridionale, con residue raffiche di burrasca sui settori ionici di Calabria centro-settentrionale e Basilicata e sulla Puglia meridionale.
Mari: agitati il Canale d’Otranto e il Canale di Sardegna, molto mossi i restanti bacini, con tendenza ad attenuazione del moto ondoso sul Tirreno centro-settentrionale e sull’alto Adriatico.

Leggi anche: Meteo : nevica in Italia su colline e montagne, prima neve sul Pollino!

BOLLETTINO DI CRITICITÀ NAZIONALE/ALLERTA 

Per la giornata di domani, Martedì 20 novembre 2018:
MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA ARANCIONE:
Calabria: Versante Tirrenico Settentrionale
Sicilia: Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia
MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA ARANCIONE:
Abruzzo: Marsica, Bacino dell’Aterno, Bacino Alto del Sangro
Basilicata: Basi-D, Basi-A2, Basi-C
Calabria: Versante Tirrenico Settentrionale
Lazio: Aniene, Bacino del Liri, Bacini Costieri Sud, Appennino di Rieti, Roma, Bacino Medio Tevere, Bacini Costieri Nord
Molise: Alto Volturno – Medio Sangro
Sicilia: Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia
MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA ARANCIONE:
Basilicata: Basi-D, Basi-A2, Basi-C
Calabria: Versante Tirrenico Settentrionale
Campania: Tusciano e Alto Sele, Piana Sele e Alto Cilento, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana, Alto Volturno e Matese
Sicilia: Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia
ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA GIALLA:
Calabria: Versante Jonico Settentrionale, Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jionico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Jonico Meridionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Meridionale
Sicilia: Sud-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Bacino del Fiume Simeto
ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA GIALLA:
Abruzzo: Bacino Basso del Sangro
Basilicata: Basi-E2, Basi-A1, Basi-B, Basi-E1
Calabria: Versante Jonico Settentrionale, Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jionico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Jonico Meridionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Meridionale
Molise: Frentani – Sannio – Matese, Litoranea
Puglia: Puglia Centrale Bradanica, Basso Ofanto, Puglia Centrale Adriatica, Tavoliere – bassi bacini del Candelaro, Cervaro e Carapelle, Gargano e Tremiti, Basso Fortore, Sub-Appennino Dauno, Salento, Bacini del Lato e del Lenne
Sicilia: Sud-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Bacino del Fiume Simeto
Umbria: Medio Tevere, Chiani – Paglia, Alto Tevere, Nera – Corno, Trasimeno – Nestore, Chiascio – Topino
ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA GIALLA:
Abruzzo: Marsica, Bacino Basso del Sangro, Bacino dell’Aterno, Bacino Alto del Sangro
Basilicata: Basi-E2, Basi-A1, Basi-B, Basi-E1
Calabria: Versante Jonico Settentrionale, Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jionico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Jonico Meridionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Meridionale
Campania: Tanagro, Basso Cilento, Alta Irpinia e Sannio
Molise: Frentani – Sannio – Matese, Alto Volturno – Medio Sangro, Litoranea
Puglia: Puglia Centrale Bradanica, Basso Ofanto, Puglia Centrale Adriatica, Tavoliere – bassi bacini del Candelaro, Cervaro e Carapelle, Gargano e Tremiti, Basso Fortore, Sub-Appennino Dauno, Salento, Bacini del Lato e del Lenne
Sardegna: Campidano, Bacino del Tirso, Bacini Montevecchio – Pischilappiu, Logudoro, Gallura, Iglesiente
Sicilia: Sud-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Bacino del Fiume Simeto
Umbria: Medio Tevere, Chiani – Paglia, Alto Tevere, Nera – Corno, Trasimeno – Nestore, Chiascio – Topino
Veneto: Piave pedemontano, Alto Piave

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Ultim’ora: nave da crociera in avaria nelle acque norvegesi, a bordo 1.300 persone

Pacifico: l’isola di plastica è 16 volte più grande del previsto e continua a crescere

Polo nord : l’artico raggiunge la massima estensione invernale. Estensione però sotto la media

ANALISI MODELLI: occhi puntati sul RAFFREDDAMENTO della prossima settimana

Sabato 23 marzo 2019: oggi festeggiamo la Giornata Mondiale della Meteorologia