North Sentinel: missionario ucciso dalla tribù più isolata del mondo

North Sentinel – Nuovo caso di uccisione dalla tribù più isolata del mondo.

North Sentinel – Nell’isola di North Sentinel, situata nel Golfo del Bengala, esiste la comunità indigena più isolata del pianeta, i Sentinellesi. Secondo alcune stime, tale popolazione abita quest’isola da circa 60.000 anni e nel corso di tale arco temporale non si è mai evoluta. Si ritiene che il loro stato evolutivo sia fermo all’età della pietra. I sentinellesi sono definiti inavvicinabili, infatti, ogni qual volta che si prova ad installare un rapporto, loro reagiscono violentemente uccidendo qualsiasi persona si provi ad avvicinare alla loro isola.

Negli anni 70 una troupe cinematografica del National Geographic, cercò di girare un documentario sull’isola e i suoi abitanti, ma non riuscirono nemmeno a sbarcare a causa di continui attacchi da parte della popolazione. In un secondo tentativo, riuscirono a portare sulla riva dei “doni” ma anche in questo caso, appena i sentinellesi si accorsero della loro presenza li attaccarono con lanci di frecce. In queste occasione il regista della troupe fu colpito e ferito ad una gamba. In tempi più recenti, nel 2006, i sentinellesi uccisero due pescatori che si avvicinarono troppo all’isola per pescare. Mentre è di qualche giorno fa, la notizia dell’uccisione di un missionario americano (John Allen Chau, 27 anni) che sperava di riuscire a convertirli al cristianesimo. Questo, si era fatto traghettare sull’isola illegalmente da dei pescatori, che sono stati arrestati. Il giovane missionario voleva evangelizzarli ma non ce l’ha fatta. Appena messo piede sull’isola, raggiunta con una canoa, è stato trafitto da una pioggia di frecce. “Abbiamo visto gli indigeni legare una corda intorno al suo corpo e trascinarlo”, hanno raccontato alla polizia i pescatori.

Le autorità indiane stanno lottando per capire come recuperare il cadavere di John, che sarebbe stato seppellito sulla spiaggia. Nel frattempo infuria il dibattito sulla scelta del giovane missionario di provare ad evangelizzare un tribù indigena isolata da sempre. Tribù che per le sue caratteristiche, è protetta dalla legge. In quanto, dato il loro delicato equilibrio, basta un raffreddore (comune fastidio) per ucciderli tutti. Secondo la comunità scientifica, John, oltre ad aver violato la legge (mettendo a rischio tutta la tribù), si è spontaneamente avvicinato ad una delle popolazioni più aggressive al mondo mettendo volontariamente a rischio la propria vita.

 

Articolo di Luca Mennella

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Ciclone Idai, è una catastrofe in Africa : almeno 1000 vittime. Inondazioni su vasta scala

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 21 marzo 2019 (ultimi terremoti, orario)

Meteo : insidiosa depressione sulla Tunisia, peggiora all’estremo sud!

AGGIORNAMENTO previsioni meteo LIVE per OGGI, DOMANI e i prossimi giorni

Prossime ore: SICILIA e SARDEGNA nel mirino della pioggia