Meteo : ultimi fenomeni al centro-sud dopo la neve notturna al nord, si rinforza l’alta pressione

La perturbazione atlantica giunta ieri sera sulle regioni settentrionali sta già abbandonando la nostra penisola muovendosi verso i Balcani e lasciando alle sue spalle nubi basse, nebbie e qualche isolato residuo piovasco. In particolare troviamo ancora qualche nota di instabilità su Marche, Umbria, Lazio, Toscana e Friuli Venezia Giulia, ma la situazione è in graduale miglioramento (guarda le immagini dal satellite in diretta).

La perturbazione ha portato nevicate sino in pianura su Piemonte, Lombardia, Emilia, Valle d’Aosta e a bassa quota su Veneto, Trentino Alto Adige e Liguria centrale (vedi la splendida nevicata su Torino), favorendo accumuli nevosi tra i 2 e i 5 cm. La neve, in nottata, ha raggiunto anche Bologna (senza accumulo) e Cremona (lieve strato bianco in città).
Ora su gran parte del nord sono presenti nubi basse, foschie e nebbie che mantengono le temperature su valori piuttosto rigidi, compresi tra -1 e 2°C.

La perturbazione si sta rapidamente allontanando grazie al rinforzo dell’anticiclone delle Azzorre ormai destinato a conquistare il Mediterraneo per i prossimi 4-5 giorni (leggi l’approfondimento). Gli ultimi fenomeni degni di nota li osserveremo nel corso della giornata di oggi 20 dicembre 2018 : nubi e nebbie al nord, ma senza fenomeni, mentre avremo locali piogge isolate e deboli su Lazio, Campania, Calabria, Sicilia settentrionale, Basilicata e Puglia. Da stasera repentino miglioramento del tempo ovunque.



Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK