Caos modellistico: tutta colpa dello Stratwarming, arriverà il gelo?

Previsioni meteo a lungo termine – L’Inverno 2018-2019 sta mostrando dinamiche stratosferiche inusuali, o meglio precoci, per il periodo stagionale. Soprattutto considerando la tendenza degli ultimi anni in cui abbiamo assistito spesso ad un rafforzamento esasperato del vortice polare stratosferico con relativo condizionamento anche del vortice troposferico.

Dai primi di Dicembre, infatti, un forte riscaldamento stratosferico di tipo Major sta interessando i piani alti della stratosfera e nel corso dei prossimi giorni tenderà ad influenzare anche i piani isobarici più bassi, ancora qualche dubbio sulla sua propagazione in troposfera. Tale dinamica risulta particolarmente difficile da digerire dai principali modelli matematici, infatti, a sole 70-90h si notano già differenze importanti tra ECWMF e GFS. Le differenze poi si fanno particolarmente importanti dalle 120 alle 144 ore. Cosa aspettarci dai prossimi aggiornamenti? Effettivamente nel corso di questo mese di Dicembre il modello matematico Europeo ha mostrato una maggiore accuratezza nelle previsioni e una migliore stabilità da run a run. Di conseguenza riteniamo che la visione di ECMWF sia mediamente più affidabile e di conseguenza credibile.

Ad ogni modo, la situazione tenderà a chiarificarsi nel corso dei prossimi giorni, quando i principali modelli matematici avranno ormai “digerito” la parte più difficile di tale dinamica. Noi di InMeteo, ora più che mai, riteniamo che la tendenza stagionale elaborata per l’Inverno 2018-19 e quella per Gennaio 2019, possa trovare un discreto riscontro. Non mancheranno ulteriori e più dettagliati aggiornamenti nel corso dei prossimi giorni.

Articolo di Luca Mennella

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK