Meteo Protezione Civile domani: leggera instabilità al centro-sud

La giornata di domani sarà caratterizzata da condizioni di leggera instabilità sulle regioni centro-meridionali, in particolare i settori tirrenici. 

Ecco il bollettino meteo della Protezione Civile:

Previsioni meteo Martedì 8 Gennaio 2019

Precipitazioni: da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, nella seconda parte della giornata, su Marche centro-settentrionali, Umbria orientale e meridionale, Lazio, Abruzzo occidentale, Campania occidentale, Basilicata tirrenica, Puglia meridionale, Calabria centro-settentrionale tirrenica, Sicilia occidentale e meridionale e sulla Sardegna occidentale, con quantitativi cumulati generalmente deboli, fino a puntualmente moderati su Campania meridionale e Basilicata tirrenica.
Nevicate: su tutti i settori alpini di confine; al di sopra degli 800-1000 m sull’Appennino meridionale, con apporti al suolo generalmente deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: massime in locale sensibile diminuzione sulla pianura Padana; massime in sensibile e generale aumento sui settori adriatici centro-meridionale; valori minimi da bassi a molto bassi sulla Pianura Padana e zone interne del Centro-Sud, con possibili gelate nelle ore notturne ed al primo mattino.
Venti: dal pomeriggio forti nord-occidentali, con raffiche fino a burrasca forte, sulla Sardegna; tendenti a forti di Favonio sui settori alpini.
Mari: molto mossi, tendenti ad agitati, il Mare ed il Canale di Sardegna, fino a molto agitati in serata; tendenti a molto mossi il Mar Ligure, il Tirreno, lo Stretto di Sicilia e dalla sera lo Ionio e il Canale d’Otranto.

Leggi anche: Meteo: da mercoledì nuova irruzione artica, ancora freddo e neve

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Terremoto Toscana-Liguria : scossa moderata in tarda sera in Appennino, avvertita – dati INGV

Lago Michigan : spettacolo naturale in atto, un mosaico di ghiaccio riveste il lago

Meteo Protezione Civile domani: tempo generalmente stabile, ultimi rovesci all’estremo Sud

MODELLO EUROPEO: l’incognita della nuova perturbazione della prossima settimana