Forti temporali notturni in Puglia : tanta grandine e anche neve, imbiancata Altamura

Un fronte temporalesco piuttosto intenso ha attraversato il mar Adriatico nel corso della notte per poi colpire i settori del basso Adriatico tra Abruzzo, Molise e Puglia, il tutto tra la mezzanotte e le 07.00 del mattino. Insomma un peggioramento prettamente notturno che per molti potrebbe essere passato inosservato ma che in realtà è risultato particolarmente incisivo viste le grandinate prodotte e anche il ritorno della neve in collina.

La rapida perturbazione, provvista di aria molto fredda alle alte quote oltre che di un discreto carico di umidità, si è caricata sempre più di energia nel mar Adriatico dove ha incontrato aria più mite nei bassi strati. I fortissimi contrasti termici tra alte e basse quote hanno permesso ai temporali di essere vasti e molto intensi, come in una tipica giornata estiva. Il fronte temporalesco ha dapprima interessato Abruzzo meridionale, Molise e Gargano scatenando locali grandinate e nevicate oltre i 400 metri di altitudine, dopodichè ha colpito la Puglia centrale tra le 02.00 e le 07.00. 

Grandine a Mola di Bari

I temporali, conditi da fulmini, lampi e tuoni fragorosi, hanno attraversato la provincia di Bari causando grandinate di forte intensità ma fortunatamente con chicchi piccoli e soprattutto non molto dannosi come potrebbero esserlo in estate. Probabilmente si è trattato di una via di mezzo tra grandine e gragnola (tipici chicchi di ghiaccio invernali più friabili della vera e propria grandine). Colpita soprattutto la zona tra Bari, Valenzano, Rutigliano, Torre a Mare e Mola di Bari dove la grandine addirittura ha imbiancato strade, auto e giardini. L’area di Mola di Bari sembra essere quella maggiormente colpita dalla grandinata, dove ha causato anche dei danni. Grandine, seppur in minor quantità, anche sull’asse Bitonto, Bitetto, Bitritto e Adelfia. 
Tra la pioggia e la grandine erano visibili chiaramente anche fiocchi di neve bagnati, fenomeno tipico durante i rovesci di forte intensità e i temporali. Durante il passaggio temporalesco le temperature sono crollate ovunque tanto da portarsi tra i 3 e i 5°C, anche in pianura.

Il calo termico è stato determinante per le colline del basso Adriatico, dall’Abruzzo alla Puglia : oltre i 400 metri la pioggia si è trasformata in neve ed è riuscita anche a creare un accumulo di qualche centimetro, soprattutto su Gargano e Subappennino Dauno. Imbiancate anche le Murge da un velo di neve nella tarda notte e all’alba. In particolare spicca l’imbiancata tra Altamura e Santeramo, ma i fiocchi di neve sono giunti anche su Alberobello e Locorotondo.

La neve ad Altamura, oggi 15 gennaio 2019 :

Risveglio bianco su Altamura, sotto un intensa nevicata

❄#DirettaMeteo | Risveglio "in bianco" sulla Murgia: intensa nevicata alle prime ore dell'alba su Altamura (Ba)

Pubblicato da MeteOne Puglia e Basilicata su Lunedì 14 gennaio 2019

 

 

Ora la perturbazione è già lontana e al suo posto ha lasciato venti sostenuti di maestrale che persisteranno sino a sera. Il Sole splende su tutta la Puglia!



Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK