Emergenza neve sulle Alpi estere: in Austria battuti RECORD STORICI

La particolare configurazione barica che da settimane determina freddo e soprattutto precipitazioni abbondanti sulle Alpi al di là dei confini italiani, ha ulteriormente aggravato l’emergenza neve per Svizzera e Austria. 

E’ soprattutto in quest’ultimo paese che ritroviamo le condizioni più critiche, come vi abbiamo raccontato già in altri vari articoli sul nostro giornale. Negli ultimi giorni nuove fortissime nevicate hanno portato il manto nevoso ad aumentare ancora, soprattutto sulle zone montuose. 

Il servizio meteorologico austriaco ZAMG ha dichiarato ufficialmente che alcuni valori nevosi registrati negli ultimi giorni rappresentano i più alti raggiunti nel corso dell’ultimo secolo. Dunque sono stati stabili dei record storici per quanto riguarda la quantità di neve caduta e accumulata in diverse località. 

Gli accumuli più significativi, pari a 451 cm, sono stati registrati nella cittadina tirolese di Hochfilzen, non lontana dalla più famosa Kitzbuhel, a soli 959 metri di quota, che più volte  ha ospitato i Campionati Mondiali di Biathlon. Il valore registrato non trova paragoni nella serie storica delle rilevazioni iniziate nel 1971. A seguire troviamo Seefeld dove sono caduti 283 cm di neve in 15 giorni, Lofer con 263 cm, Abtenau con 240 cm di neve e Kufstein con 168 cm.

Per fortuna la situazione meteo a medio-lungo termine sarà migliore e in generale si avranno precipitazioni scarse a differenza di quanto accaduto nelle ultime settimane e negli ultimi giorni. 

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK