Previsioni Meteo : lunga fase di maltempo in arrivo, culminerà con la neve al nord?

Il predominio dell’anticiclone delle Azzorre sul Mediterraneo centro-occidentale sta finalmente giungendo al termine grazie ad un deciso cambio di pattern su tutta l’Europa, a seguito di importanti movimenti in atto nel nostro emisfero e che andranno a collegarsi al forte stratwarming avvenuto in stratosfera nelle scorse settimane. Insomma dopo oltre un mese di stabilità sul nord Italia e svariate perturbazioni artiche sul centro-sud (dove hanno anche portato la neve a bassa quota) la situazione sta nettamente cambiando.

L’alta pressione sta indietreggiando tanto da portarsi nel cuore dell’oceano Atlantico, lasciando così spazio all’ingresso di correnti umide e instabili di origine atlantiche nel Mediterraneo centro-occidentale. Già oggi stiamo assistendo al ritorno della pioggia su diverse zone del nord Italia, vera e propria “notizia” dopo tanta siccità. Nei prossimi giorni queste correnti diverranno via via più intense e porteranno nuovamente piogge al centro-sud e soprattutto sul lato tirrenico, mentre il nord vedrà una pausa momentanea (durante tutto il week-end). Cadrà anche tanta neve in Appennino, specie su Marche, Abruzzo, Lazio e Molise oltre i 700/1000 metri.

IRRUZIONE FREDDA LA PROSSIMA SETTIMANA!

L’instabilità proseguirà anche nel week-end al centro-sud grazie al continuo ingresso di aria instabile e umida da ovest, dall’Atlantico, mentre il nord resterà un po’ in disparte complice la lontananza dai principali centri di bassa pressione che scorreranno sul Mediterraneo meridionale. Tuttavia c’è una novità in vista : ad inizio della prossima settimana, specie tra 23 e 25 gennaio, giungerà un forte impulso di aria fredda artica nel Mediterraneo e farà il suo ingresso, con alta probabilità, dalla porta occidentale ovvero la Valle del Rodano-Carcassone.

Questa massa d’aria fredda darà vita ad una profonda bassa pressione all’interno del Mediterraneo che, nel corso della prossima settimana, dispenserà piogge diffuse e forti su gran parte d’Italia. In questo vasto peggioramento rientrerà anche il nord Italia dove la pioggia potrebbe lasciar pian piano spazio alla neve sino a quote pianeggianti, il tutto tra mercoledì 23 e venerdì 25.
Inutile ad ora parlare di quote neve, zone colpite e quanti centimetri di neve cadranno, dato che bastano piccoli cambiamenti per cambiare anche nettamente gli effetti di questa ondata di maltempo. Sicuramente siamo davanti ad un cambiamento di stampo invernale per il nord Italia, ma per i dettagli ci ritorneremo nei prossimi aggiornamenti!

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK