Previsioni Meteo : irruzione artica e ciclone nel Mediterraneo, settimana tempestosa in arrivo!

Ve ne abbiamo ampiamente parlato nei giorni scorsi e ormai ci siamo : il maltempo è pronto a fare sul serio su gran parte della nostra penisola. La “porta atlantica” si è aperta dopo oltre quattro settimane e lo dimostrano le due deboli perturbazioni già transitate in questi ultimi giorni, le quali hanno portato un po’ di piogge al centro-sud e localmente anche al nord. Non è tutto! Una nuova perturbazione proveniente da ovest investirà il centro-sud tra lunedì 21 e martedì 22, dopodichè giungerà l’apice del maltempo.

Una forte perturbazione artica, proveniente dal nord-Atlantico, si fionderà nel Mediterraneo attraverso la Valle del Rodano e Carcassona dando vita a due basse pressioni che comporteranno un intenso guasto del tempo tra mercoledì 23 e venerdì 25.
Sul web si parla di “Medicane”, “uragano di neve”, “neve a Roma”, “fiocchi a Napoli”, ma la verità è che non ci sarà nulla di tutto questo! Sicuramente avremo a che fare con una forte perturbazione invernale, ma non sarà assolutamente un Medicane, ne tantomeno nevicherà a Roma e Napoli!
Vediamo ora nel dettaglio cosa ci aspetta in questa importante fase di maltempo, giorno per giorno.

Mercoledì 23 – Nelle prime ore della giornata farà il suo ingresso l’aria fredda artica nel Mediterraneo : essa darà vita ad un vortice di bassa pressione nel mar Ligure che provocherà a sua volta precipitazioni estese sulle regioni tirreniche centro-settentrionali (dal Lazio alla Liguria), Emilia, bassa Lombardia, Piemonte e Sardegna. 
Questa perturbazione farà affluire aria fredda sulla pianura Padana centro-occidentale e porterà, di conseguenza, nevicate fino a quote bassissime sulle regioni nord-occidentali. In particolare ci aspettiamo nevicate fino in pianura su Piemonte centro-meridionale (specie cuneese, torinese, astigiano, alessandrino), Emilia occidentale (specie piacentino e parmense), Lombardia meridionale (specie pavese) e sulla Liguria centrale (tra Savona e Genova). I fiocchi di neve potranno così imbiancare anche le quote pianeggianti e le coste della Liguria centrale, mentre sul resto della regione la neve dovrebbe farsi vedere oltre i 200-300 metri. Man mano che ci spostiamo verso nord e verso est (specie a nord del Po) i fenomeni diverranno più deboli e assenti.

Nel pomeriggio di mercoledì si approfondirà un altro minimo di bassa pressione, questa volta a ovest della Sardegna : questa bassa pressione si approfondirà rapidamente muovendosi verso est tanto da raggiungere la pressione di 980hpa (e non escludiamo che possa risultare ancor più profondo). Sarà questa la perturbazione più intensa di questa “fase atlantica” e colpirà principalmente il centro-sud.
Questo ciclone già mercoledì tra pomeriggio e sera porterà piogge e locali temporali su Campania, Sardegna, Sicilia e Calabria, mentre inizieranno ad intensificarsi i venti di libeccio sulle isole maggiori e i litorali tirrenici del centro Italia. In Sardegna ci aspettiamo nevicate anche abbondanti sin verso i 400-500 metri di quota.

Giovedì 24 – Residue nevicate fino in pianura su basso Piemonte e Liguria centrale, ma già nel corso della mattinata il tempo migliorerà rapidamente su tutto il Settentrione.
Il ciclone sviluppatosi nel Mediterraneo, nei pressi della Sardegna, si muoverà verso est e arrecherà un forte guasto del tempo su tutto il centro-sud Italia. Piogge intense sono attese  sul versante tirrenico dal Lazio alla Sicilia. Nevicate abbondanti attese in Sardegna sin verso i 500 metri di altitudine, mentre sull’Appennino centro-meridionale la neve cadrà generalmente oltre gli 800/1000 metri. A quote più basse non mancheranno rovesci di grandine o gragnola.
Venti di grecale e tramontana piuttosto sostenuti su gran parte del centro Italia, Sardegna e Sicilia, con raffiche anche superiori ai 70-80 km/h.

Venerdì 25 – Maltempo e venti forti sulle regioni del sud e medio-basso Adriatico. Nevicate in Appennino oltre i 400-500 metri su Abruzzo e Molise, oltre i 900/1000 metri altrove. Clima freddo su tutto il centro-sud con temperature diffusamente inferiori ai 9/10°C. Soleggiato al nord e temperature in lieve aumento.

///Le quote neve e le zone colpite dal maltempo e dalle nevicate potrebbero subire modifiche data la distanza temporale che ci separa dall’evento. Ulteriori aggiornamenti giungeranno nelle prossime ore///

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Meteo Pasqua: il tempo reggerà, ma con poco sole

Meteo : giornata stabile e mite, occhio a qualche temporale!

Taiwan : forte scossa di terremoto su Taiwan a largo di Hualien – dati USGS

PASQUA: niente pioggia, ma molte VELATURE sui cieli italici

GROSSO: ‘la primavera non proseguirà tranquilla, per fortuna?’