Maltempo : perturbazione al centro-sud, nevica a quote basse [METEO]

Come ampiamente preannunciato nelle scorse ore (in particolare in questo articolo) una perturbazione atlantica carica di aria fredda alle alte quote sta interessando la nostra penisola e segnatamente il centro-sud dove sta apportando piogge, qualche temporale e anche nevicate. 

I fenomeni nevosi più abbondanti li ritroviamo in Appennino tra Marche, Umbria e Abruzzo dove si registrano accumuli localmente superiori ai 30 cm oltre i 900/1000 metri (caduti nelle ultime 12 ore), ma i fiocchi bianchi sono scesi sin verso la bassa collina e localmente sulle coste. La neve infatti è giunta in città come Rimini, Viterbo e Urbino, imbiancate nelle ultime ore. Nevica intensamente anche a L’Aquila dove sono già caduti circa 15 cm di neve. 
Più in basso, ovvero sotto i 300 metri di quota su gran parte del centro Italia, troviamo piogge e temperature tra i 3 e i 6°C, come ben previsto. ///CONSULTA LE IMMAGINI IN DIRETTA DAL SATELLITE///

Nelle prossime ore (tra pomeriggio e sera) ci sarà un ulteriore calo termico che favorirà l’ulteriore calo della quota neve su Marche, Toscana, Umbria e Lazio dove si porterà sui 200 metri di altitudine. Neve oltre i 300/400 metri su Abruzzo, oltre i 500m su Sardegna e Molise, oltre i 900/1000 m sul resto del sud mentre in Emilia Romagna locali fioccate proseguiranno sino in pianura. 
Altre piogge e rovesci giungeranno nel pomeriggio e in serata in Puglia, Calabria tirrenica, Campania, Basilicata. Instabilità sparsa sulla Sardegna. Più stabile e soleggiato su gran parte del nord e anche in Sicilia dove avremo solo qualche isolato fenomeno sulle coste settentrionali!

VENTI IN RINFORZO 

Col passaggio del minimo di bassa pressione sul centro-sud, stiamo assistendo ad un repentino rinforzo dei venti : le raffiche dai quadranti occidentali e sud-occidentali raggiungeranno i 50-60 km/h sulle regioni centro-meridionali, specie sui litorali tirrenici dove ci aspettiamo anche mari molto mossi.
Nel corso della sera fenomeni più deboli e isolati un po’ ovunque, in attesa della nuova forte perturbazione artica che giungerà domani, di cui ve ne parleremo nel prossimo aggiornamento.



Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK