Meteo diretta : nevica in pianura Padana dall’Emilia al Piemonte. Forte ciclogenesi in formazione al centro-sud

Continua a nevicare sui settori a sud del Po, in pianura Padana, dal Piemonte all’Emilia, grazie ai vasti nuclei carichi di precipitazioni sviluppati da un vortice di bassa pressione nato sul mar Ligure nelle prime ore della giornata. Si tratta della bassa pressione che tra mattina e pomeriggio ha portato una forte nevicata su Genova e Savona (VEDI QUI) e che ora ha concesso una tregua su gran parte della Liguria centrale. Come potete osservare dallo scatto del radar sono in atto precipitazioni, perlopiù nevose, dall’Emilia al basso Piemonte, passando dal pavese e parte del mantovano e del cremonese. 

Negli ultimi minuti è cominciata una moderata nevicata su Bologna, mentre nevica già da qualche ora tra Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza dove troviamo un sottile strato di neve al suolo. Nevicate abbondanti su astigiano, alessandrino e cuneese, con accumuli localmente superiori ai 20 cm a quote quasi di pianura! Qualche fiocco è giunto anche su torinese e milanese ma senza accumuli.

Novi Ligure, AL

Nel frattempo dobbiamo segnalare la formazione progressiva di una forte ciclogenesi nei pressi della Sardegna : questa bassa pressione si approfondirà rapidamente nei prossimi minuti tanto da raggiungere i 980hpa nel cuore del mar Tirreno. Sarà la depressione più intensa di questa fase di maltempo e probabilmente una delle più profonde (in termini di pressione) degli ultimi anni. Questa ciclogenesi sta già causando forte maltempo sulla Sardegna con neve fino a quote di collina, ma nelle prossime ore (specie tra la notte e tutta la giornata di domani, causerà maltempo diffuso e incisivo su tutto il centro-sud Italia. I fenomeni più intensi coinvolgeranno Calabria, Basilicata, Sicilia e Puglia dove non escludiamo temporali.
La neve scenderà sino a quote collinari su Marche, Abruzzo, Molise e Campania, oltre i 700/900 metri sul resto del sud. Neve fin sui 300 metri in Sardegna domani, specie nel nuorese, con locali sconfinamenti anche più in basso durante i fenomeni più intensi!
Per quanto riguarda il nord, il tempo tenderà a migliorare tra la notte e domani mattina su tutto il settore. Tempo in miglioramento progressivo (dal punto di vista delle precipitazioni) anche su Toscana e Lazio.

scatto radar della Protezione Civile ore 21.10 – Forte maltempo in Sardegna a causa della formazione di una bassa pressione in rapido approfondimento e in movimento verso sud-est.
Continuano le nevicate al nord.

ATTENZIONE AI VENTI FORTI

Il vortice di bassa pressione innescherà forti venti di grecale su Sardegna e centro Italia, e venti di scirocco e libeccio al sud con raffiche superiori ai 60-70 km/h su Sardegna, Sicilia, Abruzzo, Molise, Lazio, Toscana e Campania. Fortunatamente l’assenza di un’alta pressione dinamica sui Balcani (assenza dovuta alle temperature molto basse lì presenti) impedirà un repentino inasprimento del gradiente barico orizzontale e pertanto non avremo venti estremi più consoni ad una depressione così profonda. Se questa depressione si fosse sviluppata in autunno avremmo assistito, probabilmente, a venti eccezionali superiori ai 100-120 km/h.

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Siccità estrema al nord : si svuota il Lago Maggiore. Po in secca

Frasi e aforismi per la Festa del Papà: trova il pensiero più bello per fare gli auguri

Emirati Arabi : un “buco” nelle nubi, video della “Hole Punch Cloud”

Calo delle temperature al nord, instabilità residua al sud, poi l’anticiclone