Meteo : oggi ancora freddo e venti forti al centro-sud, si allontana la depressione

Scatto satellitare ore 08.45 – ancora addensamenti, freddo e venti forti al sud e medio-basso Adriatico.
Maggiori spazi soleggiati sul lato tirrenico e al nord

Si sta gradualmente allontanando la depressione artica che negli ultimi giorni ha attraversato la nostra penisola portando tanto maltempo nevicate a quote piuttosto basse e anche in pianura (al nord). Le nevicate più abbondanti hanno interessato la Basilicata e l’Irpinia dove si registrano fino a 50 cm di neve a partire dagli 800 metri di altitudine. Non sono mancati anche i disagi a causa delle piogge eccezionali in Puglia, con accumuli diffusamente superiori ai 100mm nel barese e nella BAT (numerosi allagamenti e lievi smottamenti).

Ora l’alta pressione sta macinando chilometri verso est e pian piano tenderà di conquistare tutta la nostra penisola, partendo oggi dalle regioni del centro-nord. Al sud avremo anche residue note di instabilità : cieli spesso nuvolosi (specie su Sicilia settentrionale, Basilicata, Puglia, Molise e Abruzzo) con associate deboli pioviggini intermittenti. La neve scenderà oltre i 400 metri di quota sul basso Adriatico, oltre i 600 sull’estremo sud, ma saranno fenomeni isolati e deboli.

Tanto Sole su tutto il nord, Marche, Toscana, Lazio, Sardegna, Umbria e gran parte della Campania. Ne risentiranno anche le temperature massime che potranno tornare a salire localmente anche oltre i 10°C, a differenza del sud dove avremo ancora temperature massime tra i 4 e i 9°C a causa dell’eccessiva copertura nuvolosa.

VENTI FORTI SU TUTTO IL CENTRO-SUD

Con lo spostamento verso est della perturbazione si attiveranno intensi venti di grecale su tutto il centro-sud Italia : i venti soffieranno, mediamente sui 20-40 km/h, con raffiche fino a 60 km/h sulle regioni adriatiche e sull’Appennino. Venti generalmente deboli o assenti al nord ad eccezione di Romagna e Liguria dove soffieranno moderati venti settentrionali. 
Mari molto mossi sull’Adriatico, basso Ionio e basso Tirreno.

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK