Gelo da brividi sul nord America : fino a -50°C in settimana, freddo fin sul Golfo del Messico

Ve ne abbiamo parlato in questo articolo e ormai mancano poche ore all’arrivo di una delle più intense ondate di gelo degli ultimi anni sull’America settentrionale. Un vasto lobo del vortice polare sta attraversando il Canada in queste e si sta dirigendo sugli Stati Uniti centro-orientali dove provocherà un calo delle temperature di oltre 20-30°C e tempeste di neve.

L’aria gelida polare si sta riversando rapidamente su tutto il Canada centro-meridionale, in particolare tra Ontario e Québec dove diverse stazioni hanno registrato temperature inferiori ai -40°C. All’aeroporto Pivanuk (Ontario) il termometro è sceso a -46,6 ° C, all’aeroporto di Lansdowne House (Ontario) a -47,5 ° C, alla stazione meteorologica di Bonnard (Quebec) a -43 ° C.
Tra domani e mercoledì il fronte gelido valicherà i Grandi Laghi e si getterà sugli stati centrali e orientali degli USA innescando un calo delle temperature da brividi che porterà la colonnina di mercurio sotto i -20/-30°C su vastissime aree. 

Zero termico previsto per mercoledì 30 gennaio – valori di zero termico fino in pianura a ridosso del Golfo del Messico (quella cerchiata è la Florida). Significa che potrebbe nevicare in pianura anche sugli Stati meridionali degli USA.

Tra Chicago e Detroit si prevedono fino a -32°C mercoledì, a New York sino a -25°C. Ma le temperature più basse saranno raggiunte tra mercoledì sera e giovedì quando a causa dell’inversione termica i termometri potranno raggiungere valori glaciali addirittura inferiori ai -50°C tra il Canada meridionale, Minnesota, Wisconsin e Michigan. 
Il freddo raggiungerà addirittura il Golfo del Messico sfiorando la Florida (che ricordiamo si trovano quasi a latitudini sub-tropicali) : tra Louisiana, Mississippi, Alabama e Georgia i termometri registreranno temperature tra 0 e +2°C e non si escludono anche delle nevicate nei prossimi due giorni. 



Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK