Valanghe sulle Alpi: altre due vittime

Ancora notizie drammatiche dalle Alpi, dove nuove valanghe hanno causato altre vittime dopo la tragedia avvenuta nel week end in Val d’Aosta.

Uno scialpinista di 47 anni, di Forni Avoltri (Udine), del Soccorso Alpino, è stato travolto e ucciso da una salvina ieri durante un’escursione in solitaria sull’itinerario che conduce al Monte Coglians, nelle Alpi Carniche. Il suo corpo è stato ritrovato nella notte dai colleghi del Cnsas che avevano attivato le ricerche nel tardo pomeriggio.

Un’altra vittima delle valanghe è stata ritrovata in Piemonte nel tardo pomeriggio di ieri: si tratta di Dario Maffeo, avvocato torinese in pensione che si era incamminato nella mattinata di martedì per scalare il Morefreddo a Pragelato (TO), senza fare ritorno a casa. L’allarme è stato lanciato dai familiari intorno alle 16.30 e la macchina dei soccorsi si è subito attivata alla ricerca di Maffeo.
L’elisoccorso ha individuato il 66enne grazie al segnale dell’Artva, in località Bric del Cucù, a una quota di 2100 metri circa nel canale della Tana della volpe, coperto dalla neve a seguito del distacco di una valanga. 

 

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK