Dopo il grande freddo arriva anche il “gelicidio” in Canada – video da Montreal

Nelle ultime settimane si è consumata una delle più imponenti ondate di gelo polare su tutto il nord America centro-orientale, capace di far precipitare le temperature su valori glaciali, localmente vicine ai -50°C. Tra le zone più colpite troviamo il Canada meridionale (soprattutto il Quebec), il Wisconsin e il Michigan. 

In queste aree la colonnina di mercurio si è portata diffusamente sotto i -30°C con picchi negativi vicini ai -50°C, capaci di paralizzare interi centri abitati, sicuramente abituati al gelo ma non a questi valori così basse!
Aria così fredda è ovviamente molto difficile da spazzar via essendo molto pesante e quasi incollata al suolo : ciò significa che le temperature continuano a presentarsi basse nonostante l’irruzione d’aria polare si è effettivamente ritirata da diversi giorni dal nord America, lasciando spazio all’arrivo di correnti più miti meridionali. Il problema, però, è che queste correnti più miti scorrono solo a quote più alte, mentre al suolo continuano a persistere sacche d’aria gelida che mantengono la colonnina di mercurio sotto lo zero.

se non vedete il video clicca qui >>

È proprio questo il momento in cui è facile assistere al fenomeno del gelicidio, ovvero la pioggia che gela : se la temperatura in alta quota è superiore allo zero mentre al suolo è negativa, la pioggia si ghiaccia solo nel momento in cui tocca il suolo. Ecco spiegate le vaste lastre di ghiaccio che si formano al suolo e su qualsiasi superficie. Eloquente il video che arriva da Montreal, una delle città più importanti del Quebec, dove le auto sono ricoperte da uno strato di pioggia congelata.



Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK