Clima : 2018 tra i più caldi degli ultimi 140 anni. I dati del NOAA

I dati ufficiali del NOAA non mentono e mostrano chiaramente come l’atmosfera terrestre continui a riscaldarsi senza sosta. Anche il 2018 ha risentito pesantemente degli effetti del Global Warming (GW) e mostra un’anomalia positiva della temperatura mondiale di ben +0.79°C rispetto alla media trentennale 1980-2010. Se consideriamo l’era pre-industriale l’anomalia diventa ancor più marcata : ben +1°C sopra la media. 

Potrebbero sembrare numeri di poco conto, ma quel “misero” grado in più viene rilevato da una media globale, ovvero una media di migliaia di temperature registrate in tutto il mondo. L’aumento della temperatura globale è un fatto certo e indiscutibile che ovviamente va visto su larga scala e soprattutto nel lungo periodo, e non sulle singole ondate di caldo o di freddo.
Secondo i dati del NOAA il 2018 va a collocarsi al quarto posto tra gli anni più caldi da quando esistono i rilevamenti, ovvero dal 1880. Sul podio si confermano inamovibili il 2016, il 2015 e il 2017.

Le aree che hanno maggiormente risentito degli effetti del riscaldamento globale sono le zone artiche e l’Europa, dove ricordiamo è stata rilevata l’estate più calda di sempre nel 2018 (ve ne parlammo qui).

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Ora legale abolita dal Parlamento Europeo: ecco adesso cosa avviene

Forte grandinata nel leccese: fiumi di acqua e ghiaccio per le strade di Cutrofiano

Appennino : trovate senza vita due aquile reali, si teme avvelenamento

Confermata importante fase di tempo PERTURBATO sull’Europa nella prima decade di aprile

Pioggia al nord? Una possibilità più concreta fissata ai primi giorni di aprile