Nanga Parbat : ancora dispersi Daniele Nardi e Tom Ballard. Il maltempo frena le ricerche. Richiesti anche soldi dal Pakistan

Situazione che diventa sempre più difficile sul Nanga Parbat, una delle vette più alte del mondo situate in Pakistan con i suoi 8125 metri di altitudine. I due alpinisti Daniele Nardi e Tom Ballard risultano ancora dispersi a seguito di una valanga avvenuta nella zona del Campo 3 nei giorni scorsi. 

L’unica traccia ritrovata dei due alpinisti è la loro tenda, dopodichè più nulla. A complicare le ricerche ci si mette il maltempo e addirittura anche le autorità militari del Pakistan che hanno interrotto le ricerche a seguito del divieto imposto dall’agenzia Askari, gruppo che ha in concessione ogni tipo di volo in Pakistan. La richiesta per avviare le ricerche è di 60 mila dollari in contanti e solo a seguito del pagamento sarebbero stati attivati i droni.
L’ambasciata italiana a Islamabad a fortunatamente già sbloccato la situazione facendosi garante per lo Stato Italiano riguardo il pagamento assicurato delle spese.

MALTEMPO SENZA SOSTA

Il maltempo purtroppo non accenna a placarsi : vento, gelo e nevicate perpetue continuano ad interessare il Nanga Parbat anche alle altissime quote, dove si stanno dirigendo soccorsi e droni per proseguire le ricerche. 
Alle 03:30 ore italiane lo Staff di Nardi ha emesso un comunicato stampa dove si specifica che nelle prossime ore si deciderà come proseguire, tra oggi e domani, con le operazioni di soccorso, specificando che per tutta la giornata è prevista neve e vento intenso.

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Allerta meteo Aeronautica Militare: venti settentrionali di burrasca in arrivo, le zone colpite

Impulso artico in arrivo: da domani sera irrompono forti venti di bora, ecco dove

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 24 marzo 2019 (ultimi terremoti, orario)

CALO TERMICO in arrivo la prossima settimana, ancora poca pioggia al nord