Previsioni Meteo : assaggio di primavera agli sgoccioli, si ritorna in pieno inverno!

L’anticiclone africano si appresta a regalare l’ennesimo week-end stabile, soleggiato e soprattutto mite su quasi tutta la nostra penisola in questo anomalo inizio di marzo. Sebbene sia già cominciata la primavera meteorologia non sono assolutamente ammissibili le temperature che da oltre sette giorni vengono registrate da nord a sud, davvero anomale per il periodo : su molte aree del centro-sud, specie sul lato adriatico, sono state raggiunte temperature di 25°C e localmente anche +27°C (in Abruzzo). Insomma parliamo di temperature tipiche di maggio ad inizio marzo… sicuramente c’è qualcosa che non quadra!

È importante chiarire subito che questo inizio anticipato di primavera non deve illudere in quanto non è destinato a durare a lungo, come logico che sia dato che ci troviamo ancora all’interno dell’inverno astronomico. che si concluderà il 21 marzo. 
L’alta pressione africana resisterà sino alle prime ore di lunedì 11, dopodichè abbandonerà il Mediterraneo e lascerà nuovamente spazio alle fredde correnti artiche che riusciranno a riportare freddo, maltempo e anche la neve laddove serve. 
Più che altro ci sarà una nuova disposizione delle figure bariche sull’Europa che favorirà un periodo nettamente più instabile e mediamente più freddo per l’Italia nel corso dei prossimi 15 giorni.

PROSSIMA SETTIMANA PARTE COL BOTTO!

Ma senza spingerci troppo in là concentriamoci sul repentino cambiamento che avverrà ad inizio della prossima settimana : l’inverno è pronto a ripiombare sull’Italia e nuovamente sulle regioni del centro-sud.
Una massa d’aria fredda di origine artica impatterà sull’arco alpino nella giornata di lunedì scatenando intense nevicate sui versanti esteri, mentre sull’Italia apporterà le prime intense raffiche di vento su pianura Padana e Sardegna. Nella giornata di martedì 12 marzo l’aria fredda aggirerà le Alpi, valicherà i Balcani e si fionderà sulle regioni del centro-sud e del versante Adriatico dove porterà rovesci, temporali, venti forti e un calo delle temperature davvero marcato, anche di oltre 15°C. Insomma si prospetta un vero e proprio crollo termico tra martedì e mercoledì, tale da portare la colonnina di mercurio sotto i 10°C in pieno giorno su regioni come Abruzzo, Molise e Puglia, a dispetto dei +20/+25°C registrati in questi ultimi giorni.

Grazie al poderoso calo delle temperature tornerà anche la neve sull’Appennino centro-meridionale addirittura sin verso i 400-600 metri di altitudine dalle Marche alla Puglia. Neve sino in collina anche su Campania e Basilicata mentre cadrà a quote più alte su Calabria e Sicilia.

Calo delle temperature anche al nord e sull’alto Tirreno, ma sarà decisamente meno marcato rispetto al centro-sud ed inoltre avverrà in condizioni di clima secco e cielo sereno.
Ma anche per il nord è solo una questione di attesa : dopo il transito di questa perturbazione artica giungerà un’altra massa d’aria fredda e instabile che, al momento, pare possa coinvolgere anche il nord e le regioni tirreniche tra mercoledì 13 e giovedì 14, ma ne riparleremo in un prossimo aggiornamento. 

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK