Brusco ritorno dell’inverno sull’Italia: giù di oltre 10 gradi. Quanto durerà?

Il clima primaverile che ha caratterizzato questa prima decade di Marzo, con temperature ampiamente sopra le medie stagionali, sta per interrompersi bruscamente. Un impulso di aria fredda infatti raggiungerà l’area mediterranea e la nostra penisola nelle prossime ore, determinando un netto cambio di circolazione e quindi delle condizioni meteo. 

Come vi avevamo già preannunciato in precedenti articoli, si tratterà di una perturbazione piuttosto veloce ma allo stesso tempo incisiva. La discesa di questa massa d’aria fredda sulla penisola determinerà infatti un forte calo termico. Lo noteremo già dalla serata di domani al centro-nord, mentre Martedì le temperature “crolleranno” anche al Sud Italia. Un calo anche nell’ordine dei 10 gradi, in alcune zone superiore, considerando le temperature che registreremo fra oggi e la prima parte di domani (che risulterà ancora molto mite al centro-sud). 

Entrando più nel dettaglio di questo peggioramento, con l’arrivo del fronte freddo nella giornata di Lunedì avremo ancora lo sviluppo di rovesci e temporali che interesseranno velocemente l’Emilia Romagna, per poi portarsi sulle regioni centrali, specialmente nel corso del pomeriggio. Marche, Umbria, Abruzzo, zone appenniniche, poi in serata anche Molise, Puglia settentrionale, Campania, saranno le zone interessate da piogge e temporali, localmente di forte intensità. Non sono da escludere grandinate. La neve tornerà a imbiancare le aree appenniniche e nella notte fra Lunedì e Martedì potrà spingersi anche fin sui 600-700 metri di quota al Sud.

La giornata di Martedì vedrà già un deciso miglioramento con il ritorno del sole al centro-nord, mentre residua instabilità interesserà il Sud Italia. L’elemento più importante sarà il vento, che soffierà (dai quadranti settentrionali) molto forte al centro-sud. Fra Puglia e area ionica le raffiche potranno arrivare anche a 80-100 km/h. Il tutto in un contesto invernale: le temperature infatti si manterranno generalmente al di sotto delle medie, valori minimi anche sotto lo zero in pianura al Nord. 

Quanto durerà questo ritorno all’inverno? 

Sulla base degli ultimi aggiornamenti dei modelli previsionali, questo ritorno a condizioni invernali sulla penisola potrebbe durare soltanto qualche giorno. Dopo una giornata di Martedì fredda e ventosa, Mercoledì e Giovedì saranno caratterizzati ancora da un clima piuttosto fresco, con temperature che faranno fatica a superare i 15 gradi nei valori massimi. Avremo anche un nuovo impulso instabile con piogge e temporali sulle regioni del centro-sud. 

Già a partire da Venerdì le temperature torneranno ad aumentare, con le correnti che torneranno a disporsi dai quadranti occidentali e meridionali sulla nostra penisola. Dovrebbe così aprirsi un periodo più mite, simile a quello che stiamo vivendo in questi ultimi giorni.
Torneremo comunque su questa previsione nei prossimi aggiornamenti.

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Ora legale abolita dal Parlamento Europeo: ecco adesso cosa avviene

Forte grandinata nel leccese: fiumi di acqua e ghiaccio per le strade di Cutrofiano

Appennino : trovate senza vita due aquile reali, si teme avvelenamento

Confermata importante fase di tempo PERTURBATO sull’Europa nella prima decade di aprile

Pioggia al nord? Una possibilità più concreta fissata ai primi giorni di aprile