Meteo : nuovo peggioramento oggi, a breve tornano piogge e temporali

Una nuova perturbazione è pronta ad interessare l’Italia a poche ore dal termine dell’irruzione artica che ha sferzato la nostra penisola causando anche molti danni. Questa volta si tratta di una massa d’aria nettamente diversa : non sarà un’articata, bensì una perturbazione atlantica più umida e mite che attraverserà l’Italia portando un po’ di piogge, qualche temporale e un aumento delle temperature rispetto al freddo giunto nelle scorse ore.

Dando un’occhiata alle immagini dal satellite si nota già la nuvolosità in aumento sulle regioni del nord-est e del versante tirrenico, ma il vero peggioramento giungerà tra la tarda mattina e il pomeriggio.

Nel corso di oggi, 13 marzo 2019, ci aspettiamo piogge inizialmente su Liguria orientale, bergamasco, bresciano, Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia e a seguire su tutto il centro Italia. Possibilità di temporali, anche intensi, su Toscana, Marche e Umbria nel pomeriggio!
Fenomeni blandi e isolati su Emilia Romagna, gran parte della Lombardia e Sardegna. Addirittura fenomeni pressocchè assenti su Liguria centro-occidentale, Piemonte, Valle d’Aosta, dove prosegue la siccità.

In serata piogge in arrivo anche su Campania e Puglia centro-settentrionale, mentre sul resto del sud avremo ancora prevalenza di cieli poco nuvolosi. Il peggioramento, tuttavia, giungerà al sud nella giornata di giovedì.

La neve scenderà sulle Alpi centro-orientali oltre i 1000 metri di altitudine con accumuli blandi (pochi centimetri), mentre cadrà oltre i 1400 metri sull’Appennino centro-settentrionale con accumuli leggermente più interessanti (anche oltre 20 cm).

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK



Altri articoli


Ora legale abolita dal Parlamento Europeo: ecco adesso cosa avviene

Forte grandinata nel leccese: fiumi di acqua e ghiaccio per le strade di Cutrofiano

Appennino : trovate senza vita due aquile reali, si teme avvelenamento

Confermata importante fase di tempo PERTURBATO sull’Europa nella prima decade di aprile

Pioggia al nord? Una possibilità più concreta fissata ai primi giorni di aprile