Previsioni Meteo : prossima settimana si ripiomba in inverno. Crollo termico e maltempo?

Il Mediterraneo sta vivendo una prolungata fase stabile, mite e secca, in particolar modo sulle regioni del nord, come da anni non si verificava. La parte finale dell’inverno possiamo considerarla come una primavera anticipata per molte regioni e questo avvio della “bella stagione” sembra proseguire sulla stessa scia, quantomeno sulle regioni settentrionali.

Tuttavia l’egemonia dell’anticiclone pare subirà un brusco contraccolpo nel corso della prossima settimana, quando lascerà spazio agli ultimi sussulti invernali provenienti dall’est Europa pronti a riportare freddo e anche maltempo. Per l’ennesima volta saranno le regioni del centro-sud, con alta probabilità, a ricevere gli effetti principali di questa nuova ondata di freddo. Il nord, invece, sarà riparato dall’arco alpino e si limiterà ad “assaporare” un lieve calo delle temperature in condizioni di quasi totale siccità.

Questa nuova ondata di freddo giungerà sull’Italia nella giornata di martedì 26 : l’aria fredda valicherà i Balcani e si porterà sulle regioni adriatiche dove avremo un brusco calo termico, anche di oltre 10°C, rovesci, temporali, grandinate e venti forti. Tornerà anche la neve sull’Appennino centrale oltre i 400-600 metri di altitudine e oltre i 700 metri su quello meridionale. Le condizioni di spiccata instabilità le ritroveremo principalmente su Marche, Abruzzo, Molise, Umbria, Puglia, ma qualche rovescio giungerà anche sul nord-est nelle primissime fasi del peggioramento.

Il maltempo sarà piuttosto rapido e relegato quasi esclusivamente nella giornata di martedì. Nei giorni successivi avremo maggior stabilità dell’aria, con prevalenza di cieli sereni, ma clima che si manterrà freddo e spesso ventilato. Insomma il clima mite, con temperature oltre i 20°C, che stiamo assaporando in questi giorni saranno solo un ricordo nel corso della prossima settimana.



Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK