Meteo : irruzione artica sull’Italia, nevica fino in collina! A breve tracollo termico anche al sud

Una forte ondata di maltempo di stampo artico sta sferzando la nostra penisola ed in particolar modo le regioni centro-settentrionali dove, nella serata di ieri e nelle ore notturne, si sono abbattute raffiche di vento davvero impetuose. La Bora e i venti di Foehn hanno raggiunto anche i 100 km/h, causando danni importanti dal Piemonte al Friuli. 

Oltre i forti venti sono giunti anche temporali, conditi da tuoni e grandinate tipiche del mese primaverile : colpite principalmente Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Marche. 
Ora la perturbazione sta coinvolgendo gran parte del centro Italia, mentre al nord avanza gradualmente il miglioramento, seppur persistono raffiche di vento a tratti impetuose.

Nel corso della giornata di oggi, 26 marzo 2019, assisteremo ad un graduale peggioramento del tempo su buona parte del sud Italia : nubi in aumento dalla tarda mattina su Puglia, Basilicata e Campania, in serata anche su Calabria e Sicilia. Ci aspettiamo rovesci e locali temporali su Sardegna, Campania, Puglia e Basilicata mentre sul resto del sud i fenomeni potrebbero giungere solo nella giornata di mercoledì.
Al centro Italia avremo ancora piogge, almeno sino a stasera, su Abruzzo, Molise e zone interne di Lazio e Umbria, mentre andrà gradualmente migliorando su Marche e Toscana nel corso della giornata. Entro il pomeriggio splenderà il Sole su tutto il nord Italia.

NEVE IN APPENNINO

I fiocchi di neve scenderanno sin verso i 500-600 metri di quota sull’Appennino centrale, specie su Abruzzo e Molise dove ci aspettiamo anche qualche centimetro di accumulo. Quote più alte per Campania, Basilicata, Sardegna e Puglia, dove nevicherà oltre i 900/1000 metri. 

VENTI INTENSI AL CENTRO-SUD

La bora sferzerà le regioni centrali con raffiche a tratti superiori agli 80-90 km/h (Abruzzo, Marche e Umbria le regioni più a rischio). Venti in rinforzo dal pomeriggio e soprattutto in serata anche al sud. Ancora raffiche sostenute sull’arco alpino e sull’alto Adriatico.
Con l’avanzata dell’aria fredda verso sud, avremo un sensibile calo delle temperature, anche di oltre 10-13°C : stamattina registriamo ancora temperature tra i 15 e i 20°C sul Meridione, ma entro il pomeriggio potranno già calare sin verso i 10-12°C specie su Puglia, Campania e Basilicata. Su Calabria e Sicilia il calo termico sarà più marcato nella giornata di domani.

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK